Portogallo: come funziona il mercato digital?

Portogallo: come funziona il mercato digital?
Pubblicità
Medium Rectangle - 300 x 250 pixel

14 Giugno 2017
Categoria: Marketing internazionale
Paese:  Portogallo

Il mercato digitale portoghese può offrire diverse interessanti soluzioni di business agli imprenditori interessati ad investire nel Paese. In effetti, nonostante le ridotte dimensioni del Portogallo, si rilevano consistenti margini di crescita sia a livello aziendale sia a livello di alfabetizzazione digitale.

Il Portogallo occupa il 15° posto nel Digital Economy and Society Index 2017 (DESI), indice sviluppato dalla Commissione Europea che misura il grado di diffusione del digitale nei Paesi Ue valutando una serie di parametri come diffusione della banda larga, competenze digitali e grado di sviluppo di attività online come e-commerce ed e-banking.

Nel corso degli anni Lisbona ha migliorato il suo punteggio in tutte le variabili di calcolo dell’indice ad eccezione del Digital Public Services che risulta ancora “arretrato” rispetto alle performance globali. I progressi maggiori sono avvenuti nell’accesso alla banda larga e alla connettività mobile, nonché nell’uso corporativo delle tecnologie digitali ed oggi la più grande sfida del Portogallo sta nell’aumentare i livelli di competenza digitale dei suoi cittadini.

Molti investimenti nel processo di innovazione del Paese provengono anche dal settore privato. Un ottimo esempio è rappresentato da “Portugal Ventures, Venture Capital & Private Equity investments”, che concentra i sui investimenti nel settore tecnologico e turistico.

Lo scorso anno il sopracitato venture capital portoghese ha messo a disposizione un patrimonio complessivo di 10 milioni di euro al fine di finanziare start-up innovative che incentrassero il loro business sulla valorizzazione e promozione del territorio e del suo patrimonio culturale.

Un cenno interessante, parlando di mercato digitale nazionale, va fatto riguardo i metodi di pagamento online disponibili nel Paese: in Portogallo sono infatti presenti diverse modalità di pagamento elettroniche. Oltre alle più celebri, presenti in tutto il mondo, vale la pena citare alcune soluzioni tutte portoghesi.

Payshop, ad esempio, è una soluzione di pagamento Made in Portugal che consente ai consumatori di pagare online nelle attività commerciali convenzionate come stazioni di servizio o supermercati. MBNet prodotto di MultiBanco è un’altra soluzione di pagamento molto utilizzata, la quale permette di effettuare transazioni online utilizzando la carta di credito ma senza dover fornire informazione sensibili.

Social Network

Per studiare l’utilizzo dei social network in Portogallo è utile cominciare analizzando la crescita e la capacità di penetrazione di questi ultimi nella popolazione portoghese.

Il rapporto Digital in 2017: Southern Europe” redatto dall’agenzia creativa globale “We Are Social” su commissione di HootSuite, la più famosa suite per la gestione dei social network del mondo, mostra risultati interessanti.

Il recente rapporto stima che il numero di portoghesi attivi sui social ammonta a 6,1 milioni, un numero significativo considerato che sono 7,2 milioni gli utenti complessivamente attivi su internet. Il tasso di penetrazione sulla popolazione portoghese totale è del 59% per quanto riguarda le piattaforme social e del 70%, rispetto all’utilizzo della rete. Da gennaio 2016 sono almeno 500.000 i portoghesi che sono diventati utenti attivi di social network, il che si traduce in una crescita annua del 9%. Dei 6,1 milioni di utenti social attivi in Portogallo, nel mese di gennaio 2017, ben 5,2 milioni sono risultati connessi tramite dispositivi mobili (tasso di penetrazione del 51% sulla popolazione totale).

Un altro dato particolarmente significativo per brand, aziende ed inserzionisti di internet è quello relativo al tempo medio che i cittadini portoghesi trascorrono sui social network.

Lo scorso anno, ogni utente ha mediamente speso una 2 ore e 18 minuti al giorno navigando all’interno delle piattaforme web. Questo valore è già superiore alle 2 ore e 7 minuti di media, che gli stessi cittadini hanno speso guardando la TV.

Facebook appare come leader indiscusso nel mercato dei social network attivi in Portogallo grazie ad un tasso di penetrazione del 64% ed è seguito da Youtube che si posiziona al secondo posto con un tasso di penetrazione del 63%. Si accodano poi alla lista dei social network più usati Messenger (41%) ed Instagram (32%).

E-commerce

Negli ultimi anni l’e-commerce e più in generale l’e-business, sia in ambito B2B che B2C ha raggiunto un notevole tasso di penetrazione nel mercato portoghese anche grazie ad importanti investimenti pubblici in infrastrutture tecnologiche ed al crescente livello di alfabetizzazione elettronica della popolazione (in particolare delle ultime generazioni).

Conseguentemente, l’accorto utilizzo di strumenti elettronici e telematici di promozione e vendita dei propri prodotti/servizi potrebbe rivelarsi un efficace valore aggiunto per la propria attività d’impresa. Va detto che i Paesi del Sud Europa, ossia Spagna, Italia, Portogallo, Grecia, Turchia, rappresentano insieme una quota dell’11,2 per cento dell’intero mercato europeo, con un fatturato complessivo di 40,8 miliardi di euro.

Prendendo in esame i dati analitycs dei grandi player del mercato e-commerce operanti in Portogallo emerge che, per visitatori unici ogni mese, Zalando è il più grande sito di e-commerce B2C del Paese, seguito da Amazon, Euronics, IBS e BonPrix. Infine si segnala che esistono anche altri siti di e-commerce popolari a Lisbona e dintorni, come Yoox, Salsa e Parfois.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Riccardo Ciabattoni, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Leaderboard - 728 x 90 pixel