Mamma M'Ama: la pappa fresca e biologica che vuole conquistare l'UE

Mamma M'Ama: la pappa fresca e biologica che vuole conquistare l'UE
Pubblicità
Medium Rectangle - 300 x 250 pixel

11 Ottobre 2017
Categoria: Un'Italia da Export

Una pappa sana e completa realizzata utilizzando solo le migliori materie prime: questo è il progetto di tre amiche capaci di fondare la prima azienda in Europa nella quale lavorano unicamente mamme. Con una delle fondatrici, Sonia Litrico, abbiamo parlato di come il progetto si è sviluppato e di come potrebbe evolversi nel prossimo futuro.

Da dove nasce l’idea di Mamma M’Ama?

L’idea nasce da noi Sonia, Erica e Sonia (NDR Sonia Litrico, Erica Della Bianca e Sonia Matteoni), tre mamme con bimbi piccoli che un giorno si sono ritrovate davanti ad un caffè, nel terrazzo di Erica. Tra una chiacchiera e l’altra, all’argomento “svezzamento” ci siamo rese conto che il mercato del Baby Food offriva i soliti e unici prodotti, quelli con cui eravamo state svezzate 40 anni prima. Quindi abbiamo deciso di creare qualcosa di nuovo che avremmo voluto trovare nel banco frigo del supermercato per i nostri figli: una pappa fresca, sana, sicura, biologica, completa e pronta da mangiare. Un’alternativa alla pappa fatta in casa, utilissima per i momenti in cui si va fuori, per le vacanze, per chi lascia i figli con la tata, per la mamma che lavora o semplicemente per la mamma che vuole più tempo da dedicare ai propri figli senza stare davanti ai fornelli!

Da chi è composto il vostro team e quali sono le competenze più importanti per lo sviluppo e la crescita della vostra idea imprenditoriale?

Per la realizzazione delle nostre pappe abbiamo il supporto di professionisti del mestiere: tecnologi alimentari, un team di pediatri, dietisti e naturopati. Inoltre abbiamo la nostra grafica, che ci ha aiutato anche nella realizzazione dei pack e la nostra responsabile Social Media. Naturalmente la maggior parte del nostro team è composta da mamme! Inoltre alla chiusura del secondo round di investimento (NDR oltre 370.000 Euro da 7 manager e professionisti, Shark Bites, Rancilio Cube, Ludovico Maggiore, e SAF Financial), solo saliti a bordo di Mamma M’Ama investitori e soci che stanno aiutando Mamma M’Ama a crescere e svilupparsi nel mondo dell’online.

Quali sono le principali difficoltà che una startup incontra nel mercato italiano?

Mamma M’Ama è starter di mercato, non abbiamo competitor diretti ed essendo il nostro un prodotto innovativo e unico in Europa, ha trovato l’interesse di grandi e piccole realtà. Quindi in questo ci riteniamo davvero fortunate. Inoltre il con il nostro e-commerce, riusciamo a raggiungere tutta Italia, anche con un prodotto fresco. Essendo una startup abbiamo bisogno di crescere, di affermare il nostro brand e di farci conoscere dalla maggior parte delle mamme in target.

Quali mercati internazionali pensate siano più attrattivi per il vostro business e quali quelli dove trovare più facilmente investitori o finanziamenti?

Il mercato europeo è sicuramente già pronto per un prodotto innovativo come il nostro, forse ancora più dell’Italia, infatti stiamo già lavorando per l’export. In realtà abbiamo già avuto delle richieste anche fuori dall’Europa, ma vogliamo fare un passettino per volta, essendo un prodotto delicato dedicato ai bambini così piccoli.

Partecipare a programmi di supporto e tutoraggio offerti da incubatori ed acceleratori italiani genera un’utilità ed un vantaggio competitivo per una startup?

Sicuramente sì, perché offrono competenze, esperienza e un network di contatti e relazioni molto importanti per la crescita di una startup. Noi di Mamma M’Ama non abbiamo un’esperienza diretta con incubatori e acceleratori italiani, ma abbiamo partecipato al programma di Intesa Sanpaolo StartUp Initiative Nutrition Technologies, che ci è stato molto utile all’inizio della nostra avventura per lo sviluppo della nostra attività.

Quale consiglio dareste ai giovani startupper che intendono sviluppare una propria idea in Italia?

Il consiglio che possiamo dare è semplicemente quello di credere pienamente e fino in fondo alle proprie idee. C’è sempre spazio per le novità e per l’innovazione. Non arrendersi mai, creare un team coeso di fondatori e collaboratori, competenti e che si completini professionalmente è fondamentale. Non avere paura di cambiare, migliorando il proprio modello di business.

Obiettivi per il futuro…

Di progetti per il futuro ne abbiamo tantissimi: allargare la gamma di ricette, proporre piatti sani per bambini più grandi, andare all’estero con Mamma M’Ama, pensare alle mamme in gravidanza ecc… Il nostro obiettivo è quello di diventare un’azienda che pensa al benessere e alla nutrizione di tutta la famiglia. Il nostro esempio è un’azienda americana, partita più o meno come noi cucinando pappe per neonati, adesso è diventata una grande realtà con diverse linee di prodotto per tutte le fasce di età!

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Leaderboard - 728 x 90 pixel