GOAbroad: una storia e un metodo di internazionalizzazione d’Impresa

GOAbroad: una storia e un metodo di internazionalizzazione d’Impresa
Pubblicità
Medium Rectangle - 300 x 250 pixel

22 Gennaio 2019
Categoria: Letture consigliate

Il titolo di questo libro è già di per sé esplicativo: narra la storia di un’impresa che intende andare all’estero ma per farlo ha bisogno di seguire un metodo di internazionalizzazione che funzioni e GoAbroad viene proposto come quel metodo vincente di cui l’azienda necessita.

Autore del libro, nonché ideatore del metodo GOABROAD©, è Pierantonio Gallu, fondatore di ChannelMarketing, una società di consulenza che ha l’obiettivo di supportare le PMI a crescere tramite l’internazionalizzazione e il rafforzamento delle reti distributive all’estero.

Nella prefazione Gallu puntualizza: “nel libro, oltre alla spiegazione del metodo, ho cercato di fornire delle risposte ai problemi più comuni e di dare dei consigli per farvi fronte in modo efficace.”

Decide di farlo in modo originale, servendosi di un espediente letterario che coniuga due diversi registri, quello narrativo e quello manualistico. Attraverso le parole di Elia, un giovane imprenditore figlio più piccolo del titolare di una classica PMI italiana a conduzione familiare sull’orlo del fallimento, e quelle di Mario, il consulente ingaggiato dall’imprenditore per aiutarlo a risollevare le sorti della sua azienda, inserisce infatti la spiegazione del metodo nella storia di un’azienda in cui il lettore tipo del libro possa riconoscersi. 

In occasione di un convegno organizzato da Confindustria nella sua città, l’imprenditore Elia si rende conto che l’attività di famiglia è in crisi non perché lo sia il settore in cui opera. Al contrario questo offre tante opportunità, soprattutto in ambito internazionale. Il problema, semmai, è legato all’organizzazione e alla gestione dell’ azienda.La soluzione ai suoi problemi è però a portata di mano: un consulente, Mario, illustra un metodo per guidare le aziende ad intraprendere con efficacia il processo di scoperta e sviluppo di nuovi mercati.

Innanzitutto spiega che se da un lato la traduzione dell’espressione GoAbroad significa “andare all’estero”, dall’altro Abroad è anche un acronimo formato dalle lettere iniziali delle sei fasi di cui il metodo si compone:

A: Assess your Company organization, ovvero Valuta la tua organizzazione. Prima di pensare di sviluppare una strategia di internazionalizzazione l’azienda deve chiedersi se la propria struttura organizzativa la può sostenere. Per fare questo deve valutare in modo approfondito le risorse di cui dispone, in termini di persone, di competenze, di prodotti, di processi e di risorse finanziarie;

B: Build market knowledge, cioè Conosci i mercati. Questa è la fase più lunga e laboriosa perché comporta la raccolta e l’aggiornamento sistematico, di tutte le informazioni necessarie per proseguire con le altre fasi del metodo;

R: Rank priority markets, Definisci i mercati prioritari, dopo aver definito una classifica di tutti i mercati attrattivi per l’azienda;

O: Opt for an entry strategy, Scegli la strategia di entrata. Questa è la fase che fa da ponte tra quella analitica e quella strategica del processo di internazionalizzazione. È una decisione complessa, che deve tenere conto di molti fattori e che richiede un’attenta valutazione di costi, benefici e rischi;

A: Arrange a business plan, Sviluppa un business plan. È fondamentale mettere per iscritto la strategia di internazionalizzazione designata, definire gli obiettivi e gli investimenti nel medio termine e tradurli in azioni e responsabilità operative;

D: Develop the distribution network, Fai crescere la rete distributiva. La gestione dei canali distributivi è di fondamentale importanza soprattutto per le aziende di piccole e medie dimensioni, poiché rappresenta il canale principale per far arrivare i propri prodotti agli utilizzatori finali.

Ad ogni fase del metodo GOABROAD© è dedicato un capitolo del libro, dove oltre alle spiegazioni su come metterlo in pratica vengono forniti all’azienda una serie di tool e di strumenti pronti da utilizzare.

Nel corso della narrazione Elia cercherà di mettere in pratica questi dettami teorici, districandosi tra problemi e imprevisti, gli stessi che affrontano quotidianamente gli imprenditori e i manager che operano sui mercati internazionali. Il lettore arriva dunque ad identificarsi con l’intraprendente imprenditore e non potrà che leggere la sua storia tutta d’un fiato.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Leaderboard - 728 x 90 pixel