Italia Startup Visa, il 2017 è da record

Italia Startup Visa, il 2017 è da record
Pubblicità
Medium Rectangle - 300 x 250 pixel

12 Gennaio 2018
Categoria: Startup & Innovazione

Il 2017 è stato un anno di grandissimo successo per Italia Startup Visa, il programma pensato dal MISE volto ad attrarre nel Belpaese soggetti che abbiano intenzione di costituire nuove startup innovative. Nel corso dell’anno da poco concluso infatti sono state inoltrate ben 155 candidature ovvero la stessa cifra registrata nei due anni e mezzo precedenti di operatività del programma, il cui avvio risale al giugno del 2014.

Le innovazioni portate dalla procedura possono essere riassunte nelle seguenti caratteristiche:

  • si svolge in meno di 30 giorni;
  • il candidato ha un unico punto di contatto con l’amministrazione, che si occupa di tutti gli aspetti di coordinamento interistituzionale;
  • ha luogo esclusivamente online;
  • tutta la documentazione di candidatura può essere trasmessa indifferentemente in italiano o in inglese;
  • le domande di partecipazione non sono soggette ad alcun costo.

Nel loro complesso le candidature provengono da ben 39 diversi Paesi e fra gli ‘ultimi arrivati’ si segnalano candidati da Azerbaigian, Bangladesh e Colombia anche se a dominare la scena restano i candidati di Cina e Russia, rispettivamente 88 e 62, di cui però solo una parte hanno ricevuto una risposta positiva (36 per la Cina e 53 per la Russia).

Altri Paesi particolarmente attivi sono, nell’ordine, Stati Uniti, Pakistan, Iran, Ucraina e India.

Si rileva, comunque, che il tasso di approvazione delle candidature si attesta intorno al 55% e che il 90% delle candidature approvate provengono da soggetti in possesso di una laurea, spesso in ingegneria o in altre discipline scientifiche o economiche. L’età media dei candidati è pari a 36,8 anni: il più giovane aveva 20 anni al momento della candidatura, il più anziano 65.

Ad oggi, risultano 21 startup innovative costituite da beneficiari del visto startup, attive in vari settori, quali moda, turismo e sviluppo di software. A queste si aggiungono le 15 startup destinatarie di candidature finalizzate all’ingresso di nuovi soci non UE per l’apporto di un contributo imprenditoriale e finanziario, secondo le modalità previste dalle Linee Guida del programma.

Per ulteriori info si consiglia di cliccare qui.

Pubblicità
Leaderboard - 728 x 90 pixel