L’e-commerce spinge il mercato degli immobili per la logistica in Europa

L’e-commerce spinge il mercato degli immobili per la logistica in Europa
Pubblicità
Medium Rectangle - 300 x 250 pixel

21 Settembre 2018
Categoria: Real Estate

Il mercato europeo della logistica, nella prima metà del 2018, si mantiene forte nonostante il rallentamento rispetto ai volumi eccezionali registrati nel 2017. E’ quanto emerge dall’ultimo property report di BNP Paribas Real Estate che evidenzia come in 20 città monitorate il volume di take-up (occupazioni) è diminuito del 14%, nonostante l’attività sul mercato si mantenga a un livello elevato.

L’inversione di tendenza arriva infatti dopo un 2017 caratterizzato da volumi straordinari. Il calo non significa, comunque, che l’interesse degli investitori sia destinato a svanire: a metà dell’anno, infatti, il mercato degli investimenti in asset industriali e logistici ha raggiunto il secondo livello più alto di sempre con 14 miliardi di euro registrati nel primo semestre 2018.

Il fattore principale che ha contribuito a questa dinamica positiva del mercato è stata la crescita del PIL nella zona euro (2,2% quest’anno e 1,7% nel 2019 secondo le previsioni di BNP Paribas), sostenuto dalla domanda interna, dalla produzione manifatturiera e dal commercio internazionale. Lo sviluppo dell’e-commerce ha contributo a stimolare la crescita del mercato nei principali hub logistici europei. Questo settore ha registrato un aumento del 14% in Europa nel 2017 e si prevede che godrà di una ulteriore crescita a due cifre nel 2018.

In particolare Germania e Olanda hanno registrato un altro buon inizio d’anno con una forte attività sul fronte della logistica, mentre in Francia, dopo la forte crescita degli ultimi 3 anni, nel primo semestre del 2018 il mercato ha rallentato. Molto dinamico anche il Regno Unito con 1,6 milioni di metri quadrati locati nei primi sei mesi del 2018.

In questo contesto, la fiducia degli investitori e degli sviluppatori ha stimolato la realizzazione di nuove costruzioni, inclusi sviluppi speculativi.

L’offerta si mantiene ancora in linea con la domanda, in particolare per le grandi unità, con tassi di sfitto inferiori al 5% in Spagna, Paesi Bassi, Polonia, e Repubblica Ceca.

La Logistica italiana non frena la sua crescita iniziata nel 2016. Nel primo semestre 2018 sono stati osservati volumi più che raddoppiati rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno (410 milioni di euro nell’H1 2018 rispetto ai 170 milioni di euro dell’H1 2017), grazie agli investitori esteri, in particolare statunitensi” ha spiegato Cristiana Zanzottera responsabile dell’Ufficio Studi di BNP Paribas Real Estate Italia. “Anche in Italia il settore della Logistica sta mostrando sempre più caratteristiche e dinamiche proprie di Paesi più maturi”. 

Pubblicità
Leaderboard - 728 x 90 pixel