Emergenza anziani: la sanità italiana in aiuto alla Cina

Emergenza anziani: la sanità italiana in aiuto alla Cina
Pubblicità
Medium Rectangle - 300 x 250 pixel

22 Settembre 2018
Categoria: Health & Care
Paese:  Cina

L’Italia, si sa, è un Paese di anziani. Stando ai dati Istat, l’età media della popolazione supera i 45 anni: al 1 gennaio 2018, il 22,6% della popolazione aveva età compiuta superiore o uguale ai 65 anni, il 64,1% aveva età compresa tra 15 e 64 anni mentre solo il 13,4% aveva meno di 15 anni.

Le aziende nostrane si sono di conseguenza attrezzate per offrire prodotti e servizi sanitari sempre più efficienti dedicati alla terza età.

Ed è per questo che la Cina, alle prese con una forte crescita di ultrasessantenni, si attende una collaborazione fattiva aziende sanitarie italiane, ormai esperte del settore. È questo l’obiettivo della partecipazione italiana alla Fiera internazionale della Cina occidentale (Western China International Fair) in programma a Chengdu dal 20 al 24 settembre, dove l’Italia sarà Paese ospite d’onore. In particolare il Consolato e l’Ambasciata d’Italia hanno organizzato un Forum, in collaborazione con il National Interdisciplinary Institute of Ageing (NIIA) della Southwest Jiatong University (SWJT), la Commissione Sanità del Sichuan e la Camera di Commercio Italiana in Cina, sulla governance sanitaria nell’invecchiamento della società.

Nella regione dello Sichuan, con 90 milioni di abitanti, per il 2020, è previsto che la popolazione di ultra-sessantenni sfiorerà i 18 milioni: cifra in valore assoluto e percentuale tra le più alte di tutta la Cina. Secondo la locale Commissione Sanità, la cura degli anziani è la quinta industria della Provincia e aumenterà d’importanza nei prossimi anni.

Per parte italiana, il Forum prevede gli interventi di esperti dell’Università di Padova, Ca’ Foscari di Venezia, Istituto nazionale di ricovero e cura degli anziani (INRCA) e CNR. L’evento rappresenterà anche la cornice per la possibile firma di un accordo di collaborazione accademica tra la SWJT University e l’Universita’ Ca’ Foscari. Inoltre, nell’ambito di un roadshow, la Camera di Commercio italiana ha organizzato la presentazione di tecnologie sanitarie italiane invitando aziende già operanti in Cina, con l’obiettivo di creare nuove opportunità di business per l’Italia.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Pubblicità
Leaderboard - 728 x 90 pixel