Fashion lawyer: l’avvocato è sempre più “alla moda”

Fashion lawyer: l’avvocato è sempre più “alla moda”
Pubblicità
Medium Rectangle - 300 x 250 pixel

20 Dicembre 2018
Categoria: Management e Servizi

Sono diversi e articolati gli interrogativi d’impronta giuridica che nascono osservando le dinamiche della moda. Un settore multisfaccettato e, sotto la spinta della globalizzazione e della tecnologia, sempre più complesso.

Di pari passo con la crescita di questa complessità è aumentata la richiesta di fashion lawyer: avvocati che, forti di una conoscenza approfondita del settore e delle sue dinamiche, riescano a gestire le questioni legali in modo efficace e spesso trasversale.

Quello della moda, d’altronde, è un mondo più che mai vivo e in continua evoluzione: basta pensare che negli ultimi sette anni sono nati cinque nuovi marchi al giorno e sono stati depositati oltre 1.500 brevetti relativi alla filiera produttiva. In pratica uno ogni due giorni. Tutto ciò, ovviamente, richiede nuove competenze anche dal punto di vista legale: i temi, infatti, sono molteplici e spaziano dalla protezione del brand contro la contraffazione, le opportunità del digitale, il licensing, la distribuzione internazionale e la responsabilità d’impresa.

Sopratttutto per le aziende che esportano i loro prodotti all’estero, la questione è ancor più delicata perché spesso di trovano a doversi confrontare con sistemi legali molto distanti dai propri.

La richiesta di tali professionalità è in costante aumento tanto che sono stati lanciati diversi percorsi dedicati alla formazione specifica del fashion lawyer, che a buon diritto può essere definita come una delle professioni emergenti destinata ad avere in futuro uno sviluppo ancora più significativo.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Leaderboard - 728 x 90 pixel