Greater Bay Area Innovation Road, un progetto per creare sinergie tra le imprese italiane e cinesi

Greater Bay Area Innovation Road, un progetto per creare sinergie tra le imprese italiane e cinesi
Pubblicità
Medium Rectangle - 300 x 250 pixel

21 Gennaio 2019
Categoria: Startup & Innovazione
Paese:  Cina

Il 14 gennaio è stato dato avvio al progetto lanciato dal Gruppo Intesa Sanpaolo e dal suo Innovation Center, il Greater Bay Area Innovation Road.

Si tratta di una missione di internazionalizzazione e innovazione riservata a 14 imprese italiane attive in diversi settori, dal biotech all’Artificial Intelligence, dalla componentistica ai semiconduttori. La selezione di queste imprese è avvenuta lo scorso novembre nelle filiali della Divisione Banca dei Territori del Gruppo Intesa Sanpaolo a conclusione del roadshow, al quale hanno partecipato quasi duecento imprenditori e rappresentati istituzionali.

Le imprese prescelte hanno la possibilità di esplorare il mercato tecnologico della provincia del Guandong, la Silicon Valley Asiatica, che comprende Hong Kong, Macau, Guangzhou, Shenzhen, Zhuhai, Foshan, Zhongshan, Dongguan, Huizhou, Jiangmen e Zhaoqing. Negli anni, questa area ha conquistato il primato per brevetti tech nel Continente ed è diventata la base dei principali colossi cinesi.

L’obiettivo principale del progetto è rafforzare il legame tra l’eccellenza del Made in Italy e il mondo delle imprese cinesi e creare nuove sinergie tra le realtà tecnologiche presenti nella provincia del Guangdong attraverso diverse forme di partnership sia finanziarie che tecnologiche.

Durante questa missione sono previsti incontri ristretti tra Hong Kong e Shenzhen con 81 controparti cinesi di primario livello e con le Istituzioni Governative locali che promuovono gli investimenti in innovazione. Sono previsti, inoltre, momenti di training, visite a parchi tecnologici e l’accesso all’Asian Financial Forum 2019, il principale evento sull’innovazione finanziaria del sud della Cina, che quest’anno sarà dedicato al tema della sostenibilità.

Come nasce questo progetto?

Mario Costantini, direttore generale di Intesa Sanpaolo Innovation Center, spiega le ragioni di questa missione: “nell’ottica di promuovere l’innovazione, riteniamo strategico facilitare la rete di scambi tra le imprese tecnologiche italiane e quelle cinesi.”

Ne è convinto anche l’Ambasciatore italiano a Pechino Ettore Sequi: “la Cina, e in particolare la Provincia del Guangdong, non vuole più essere la fabbrica del mondo a basso costo e ambisce a incrementare la produzione di alta qualità puntando sullo sviluppo tecnologico. In questo contesto l’Italia ha molto da offrire grazie alla straordinaria capacità dei nostri imprenditori di coniugare creatività e innovazione”.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Pubblicità
Leaderboard - 728 x 90 pixel