Voucher TEM: are you ready?

Voucher TEM: are you ready?
Pubblicità
  • Voucher Internazionalizzazione-Invitalia
  • Incoterms 2020 Download

31 Agosto 2015
Categoria: Finanziamenti, Incentivi ed Assicurazioni
Paese:  Italia

Finalmente ci siamo. Da martedì 1 settembre 2015 l’attesa finisceverrà avviata la procedura di registrazione nell’apposita sezione del sito del MISE  per presentare la domanda, entro i termini stabiliti, di accesso al voucher per PMI e Reti di Imprese intenzionate ad assumere un Temporary Export Manager (TEM).

 

Stiamo parlando  - come abbiamo già avuto modo di approfondire in precedenza - di una tra le misure più innovative previste dal “Piano Straordinario per il Rilancio Internazionale dell’Italia” che potrebbe rappresentare la tessera mancante per garantire un supporto sostanziale e concreto alle nostre aziende stimolate ad affrontare la sfida dei mercati internazionali vicini e lontani.

 

La ratio é quella di poter contare su un consulente altamente specializzato che - per un periodo di tempo limitato - mette al servizio delle imprese la sua esperienza in campo di export al fine di avviare un concreto e credibile processo di internazionalizzazione dell’azienda a costi nettamente inferiori rispetto ad un’assunzione a lungo termine.

 

Lo stanziamento totale di 19 milioni di euro sarà assegnato attraverso due bandi.

 

Il primo bando appunto prevede la concessione di un voucher di 10.000 euro per utilizzare i servizi di un professionista in azienda per almeno 6 mesi a fronte di una quota di cofinanziamento da parte dell’impresa beneficiaria di almeno 3.000 euro.

 

Nel secondo bando, il valore del voucher rimarrà invariato per le imprese che presentano per la prima volta la domanda di partecipazione, mentre il finanziamento a fondo perduto varierà per le imprese ammesse al primo bando che intendono fare nuovamente ricorso all’agevolazione, prevedendo un voucher di 8.000 euro e una quota di cofinanziamento da parte dell’impresa beneficiaria di almeno 5.000 euro.

 

Beneficiari saranno micro, piccole e medie imprese (PMI) costituite in forma di società di capitali, anche in forma cooperativa, e le Reti di imprese tra PMI, che abbiano conseguito un fatturato minimo di 500mila euro in almeno uno degli esercizi dell’ultimo triennio e sono previste ulteriori agevolazioni per le Start-up iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese.

 

Il primo step per tutti i soggetti interessati sarà ricevere le credenziali per poter presentare istanza e così a partire dalle ore 10.00 del 1 settembre 2015 sarà possibile registrarsi tramite pec con firma digitale nella sezione  “Voucher per l’internazionalizzazione” del sito internet del Ministero.

 

Acquisita la password di accesso con la procedura di registrazione, già dalle ore 10.00 del 15 settembre 2015 sarà possibile completare le fasi di compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni.


Le istanze di accesso finalizzate e firmate digitalmente dovranno poi essere presentate esclusivamente on-line a partire dalle ore 10.00 del 22 settembre 2015 e fino al termine ultimo delle ore 17.00 del 2 ottobre 2015.

imm

 

Essendo parte di una strategia più ampia per far crescere il numero delle nostre imprese protagoniste sui mercati internazionali, una quota delle disponibilità finanziarie é riservata alle PMI che hanno partecipato ai “Roadshow per l’internazionalizzazione” organizzati dall’ICE-Agenzia e che hanno acquisito una valutazione di sufficiente potenzialità di internazionalizzazione, con data non anteriore ai 3 mesi precedenti il termine per la presentazione della domanda e possono chiedere il loro attestato compilando il form on-line.

 

E’ prevista inoltre nell’ambito della dotazione finanziaria una riserva (3% delle risorse disponibili per ciascun bando) destinata ai soggetti che hanno i requisiti di accesso e hanno conseguito il “rating di legalità” e che rientrano nell’elenco di cui all’articolo 8 della delibera dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato n. 24075 del 14 novembre 2012.

 

Sarà possibile presentare una sola domanda per impresa e il Ministero procederà all’assegnazione dei Voucher secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande e nei limiti delle risorse disponibili, tenuto conto delle riserve e della sussistenza dei requisiti di ammissibilità.

 

Sempre tramite la procedura informatica, ai fini della fruizione della agevolazione, l’impresa beneficiaria dovrà presentare il contratto stipulato con la società scelta tra quelle presenti nell’elenco pubblicato nella sezione “Elenco Società di Servizi TEM” elenco che sarà pubblicato contestualmente all’apertura della procedura e che raccoglie tutti i soggetti ritenuti idonei che hanno presentato domanda di ammissione entro il 20 luglio u.s.

 

L’erogazione del contributo avverrà invece a saldo e in un’unica soluzione e sarà cura dell’impresa beneficiaria presentare la documentazione necessaria per la rendicontazione della spesa.

 

Per qualsiasi altra informazione potete compilare il nostro form o scriverci a info@exportiamo.it. Oppure scrivere direttamente agli uffici del MISE all’indirizzo exportvoucher@mise.gov.it

 

 

Dimenticavo, il 1° settembre é più semplicemente domani: fatevi trovare pronti!!!

 

Fonte: a cura di Exportiamo, di Antonio Passarelli, redazione@exportiamo.it

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Simest
  • Esportare in Canada
  • Voucher Internazionalizzazione-Invitalia
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile