Italia e Brasile insieme per spingere il settore nautico

Italia e Brasile insieme per spingere il settore nautico
Pubblicità
  • Incoterms 2020 Download
  • Germania

05 Maggio 2016
Categoria: Marketing Internazionale
Paese:  Brasile

Iniziata ieri a Itajaí nello stato di Santa Catarina in Brasile, la Fiera Internazionale dell’Economia del Mare Italia-Brasile FIMAR si prospetta già come uno dei principali eventi per la promozione dei rapporti tra Brasile e Italia nel settore nautico.

Oltre che un’occasione di chiudere accordi commerciali tra piccoli e grandi player del mare, l’evento rappresenta una grande opportunità per le imprese italiane e brasiliane di generare scambio di tecnologie e conoscenze.

E’ un’opportunità per le imprese dello stato del Santa Catarina di diversificare la propria gamma di prodotti, entrare nel mercato delle esportazioni e uscire dalla crisi”. Afferma il presidente di Acatmar (Associação Náutica Catarinense para o Brasil) Leandro Mané Ferrari.

Fimar

La posizione geografica scelta non è causale, dopo una prima edizione tenutasi a Florianópolis nel 2015, quest’anno la decisione è caduta su Itajaí, per la consolidata tradizione della città a ospitare eventi nautici di rilievo internazionale come Volvo Ocean Race e Regata Jacques Vabre.

Cambio di location a parte, questa edizione si differenzia nella scelta dei prodotti esposti e in una programmazione più ampia rispetto alla precedente. L’idea è proprio quella di rendere la Fiera una vetrina di tutto il meglio del design e della tecnologia nel settore nautico, dalla pesca industriale e sportiva agli affari portuali, passando per il commercio e il turismo.

La presenza italiana è quasi raddoppiata rispetto all’anno precedente, con 15 espositori a fronte degli otto del 2015. Ed è previsto anche un incremento nel volume di affari, che secondo le stime quest’anno raggiungerà quota 10 milioni di real, 3 milioni in più dell’anno scorso.

Fimar2

Un’altra delle novità di questa edizione è anche il concorso Interior Yacht Design e Moda Náutica lanciato da Unival (Università do Valc do Itajaí) in collaborazione con il Politecnico di Milano e alcune associazioni di design brasiliane e milanesi. Partecipano al concorso studenti e professionisti di entrambi i paesi che lavoreranno sul tema “abitando la barca”. I lavori più significativi verranno esposti durante la fiera e i migliori di ogni categoria riceveranno un premio. Lo scopo è quello di garantire visibilità a prodotti innovativi del settore, dagli elettrodomestici al layout interno delle barche, passando per abiti, accessori, scarpe e borse che si ispirano all’ambito croceristico.

L’abbigliamento è senz’altro una parte importante di tutta la manifestazione, con il Fashion Truck che espone le collezioni mare di cinque imprese specializzate nella moda da spiaggia. Lo showroom mobile è parte del progetto Moda Catarina finalizzato ad avvicinare l’industria tessile al consumatore.

FIMAR 2016 sembra rivelarsi davvero un’importante opportunità per tutti gli imprenditori del settore nautico che vorranno e sapranno investire in un paese ricco di stimoli e risorse come il Brasile.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Cristina Pizzolato, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Simest
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Ecwid
  • Germania
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile