Contributi all’export delle MPMI della provincia di Milano

Contributi all’export delle MPMI della provincia di Milano
Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?
  • Incoterms 2020 Download
  • Invitalia - Voucher Internazionalizzazione
  • Risk Map SACE 2021
  • HongKong

19 Maggio 2016
Categoria: Finanziamenti, Incentivi ed Assicurazioni

Il 10 maggio, presso Palazzo Giureconsulti, si è tenuto l’evento di presentazione del nuovo bando per l’internazionalizzazione delle MPMI milanesi per l’anno 2016.
Il presupposto da cui partire è che in questi ultimi anni l’export dà opportunità di espansione imprenditoriale si è trasformato in soluzione quasi obbligata alla crisi perdurante del mercato domestico e dei consumi interni, che solo ora sembrano lentamente riprendere quota.

L’attività legata alle esportazioni coinvolge processi complessi che richiedono esperienze e capacità non facilmente reperibili all’interno di piccole realtà aziendali ed è per questo che la Camera di Commercio di Milano intende sostenere i processi di internazionalizzazione legati alle MPMI attraverso una molteplicità di azioni volte ad individuare il percorso e la strategia migliore per approcciare i mercati esteri.

Per accedere al programma è necessario soddisfare alcuni requisiti:

Essere una MICRO, PICCOLA O MEDIA impresa (in base alle normative comunitarie, in materia di dipendenti e bilancio);
Avere sede legale e/o operativa attiva nella provincia di Milano;
Essere in regola con il versamento dei contributi previdenziali, assistenziali e assicurativi dei dipendenti;
Non trovarsi in stato di fallimento o in fase di procedure concorsuali.

Il bando eroga contributi per una somma totale di 700.000 € con l’intenzione di contribuire per una cifra che oscilla fra il 50% ed il 60% all’investimento realizzato dalle imprese. L’investimento minimo che deve essere sostenuto da un’impresa per accedere ai contributi a fondo perduto è pari a 3000 euro.
Nel dettaglio esponiamo di seguito le tre fasce d’investimento previste:

• Investimento minimo 3.000 €, contributo a fondo perduto per 1.500 €;
• Investimento minimo 5.000 €, contributo a fondo perduto per 2.750 €;
• Investimento minimo 10.000 €, contributo a fondo perduto per 6.000 €.

Il finanziamento si focalizza su due diversi tipi di misure che comprendono una serie di attività:

1. Servizi personalizzati per l’internazionalizzazione, fra cui:

• Definizione dei mercati obiettivo;
• Ricerca importatori;
• Sviluppo commerciale;
• Attività tecnico-consulenziali.

2. Programmi di accompagnamento verso nuovi mercati extra-UE, fra cui:

• Introduzione al mercato target;
• Partecipazioni a missioni ad incontri B2B;
• Certificazione di prodotti e servizi;
• Partecipazione a fiere internazionali all’estero;
• Organizzazione di incoming B2B;
• Affitto di showroom nel mercato target per esposizione prodotti.

Per le imprese è possibile ricevere finanziamenti su entrambe le misure per un contributo massimo di 6.000 € fino, quindi, ad accumulare contributi per 12.000 €.
Il bando apre il 20 maggio dalle ore 9:00 e rimane aperto fino al 31 gennaio 2017 entro e non oltre le ore 12:00.
Per presentare la domanda clicca qui!

Fonte: a cura di Exportiamo, di Fabio Traversa, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • hong kong
  • Invitalia - Voucher Internazionalizzazione
  • Esportare in Canada
  • HongKong- Innovative
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile