Referral Marketing: 5 Strategie per Promuovere i Propri Prodotti anche all’Estero

Referral Marketing: 5 Strategie per Promuovere i Propri Prodotti anche all’Estero
Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?
  • What Buyers Want

02 Gennaio 2020
Categoria: Digital Export

Il Referral Marketing è una delle strategie più efficaci per incrementare le vendite e le conversioni del proprio e-commerce in quanto basa la sua forza sulle recensioni e sui commenti dei clienti. Opinioni positive e raccomandazioni di acquisto portano infatti enormi vantaggi in termini di affidabilità, sia per il Brand che per i prodotti.

Da sempre il passaparola è uno degli strumenti di marketing maggiormente efficaci per qualsiasi tipo di attività economica, con risvolti positivi in qualsiasi settore. Tuttavia, nell’era digitale le tecniche tradizionali hanno perso appeal a favore di nuovi metodi basati sull’online, senza perdere però le caratteristiche e la forza degli schemi che stanno alla base della comunicazione a fini commerciali. Tra queste tecniche, il referral marketing è senza dubbio tra quelle che forniscono i risultati migliori in termini di performance e conversioni.

Cos’è il referral marketing?

Il referral marketing è quella particolare strategia di promozione commerciale che spinge i clienti già acquisiti a diventare veri e propri ambassador per un Brand. Infatti, tramite la realizzazione e la pubblicazione di raccomandazioni verso una particolare azienda o verso i suoi prodotti e servizi, i clienti attuali promuovono il marchio nei confronti di nuovi potenziali clienti, creando così una sorta di passaparola digitale.

Ma come è possibile invogliare gli utenti che effettuano degli acquisti su un portale e-commerce a consigliare i prodotti o servizi o addirittura lo stesso Brand? Vediamo 5 strategie utili per attivare efficaci azioni di referral marketing.

1. Rendere l’intera customer journey e i prodotti tali da invogliare alla condivisione

È fondamentale prima di implementare una qualsiasi strategia di referral marketing assicurarsi che tutta la customer journey e i servizi connessi all’intera esperienza di acquisto nel proprio portale e-commerce siano impeccabili, oltre al prodotto o servizio che viene su di esso venduto.

Ciò è importante in quanto un qualsiasi utente non sarà disposto a lasciare una recensione positiva se durante la sua esperienza con il nostro Brand è incappato in problemi o difficoltà che hanno reso in qualsiasi modo negativo il suo acquisto.

2. Costruire programmi di referral marketing e loyalty

È importante creare programmi di fidelizzazione mediante il riconoscimento di premi in seguito alla realizzazione di particolari azioni di raccomandazione, come ad esempio l’invito di un nuovo utente a effettuare un acquisto o a iscriversi alla newsletter sul proprio portale, riconoscendo al cliente già acquisito uno sconto, un particolare gadget o l’accumulo di punti da utilizzare per ottenere determinati vantaggi.

3. Investire sugli influencer

La forza dei Social Media è ormai fuori discussione e vale sicuramente la pena investire in azioni di marketing su di essi. Oltre alle “tradizionali” attività di advertising sui Social Network, rappresenta sempre più una grande opportunità far raccomandare i propri prodotti da degli influencer direttamente nei canali che i propri clienti potenziali frequentano maggiormente.

Per questo genere di azione di referral marketing non è necessario contattare i volti più noti del web ma è sufficiente individuare i personaggi con il pubblico più simile al nostro obiettivo di audience, soprattutto se il budget a disposizione per tali attività risulta limitato.

4. Utilizzare a proprio vantaggio gli attuali referral

In alcuni casi è possibile che su siti terzi vengano già effettuate spontaneamente delle raccomandazioni e che queste portino traffico di valore al proprio portale e-commerce. Per rendersi conto di questa eventualità è possibile ricorrere e analizzare i dati forniti da Google Analytics in merito appunto al traffico da referral, ottenendo informazioni relative a quali fonti sono quelle che producono le migliori performance per il nostro sito di commercio elettronico.

È possibile ad esempio utilizzare queste informazioni per contattare direttamente gli amministratori di tali siti web e chiedere la possibilità di effettuare azioni dirette di marketing tramite la pubblicazione di banner pubblicitari o tramite campagne di Email Marketing se il sito in questione dispone di una lista contatti.

5. Rendere semplice e veloce pubblicare una raccomandazione

Può sembrare scontato o forse addirittura eccessivo, ma per ottenere un maggior numero di raccomandazioni è possibile valutare l’inserimento di un’apposita sezione sempre ben visibile sul proprio portale e aggiungere call to action per la condivisione diretta sui Social Network in ogni pagina di ciascun prodotto, in modo da rendere veloce e istantaneo per gli utenti la pubblicazione dei nostri prodotti all’interno dei loro profili e account Social.

Se desideri avere maggiori consigli su come migliorare il tuo portale di commercio elettronico, potrebbero interessarti i nostri 5 consigli per migliorare il tuo e-commerce internazionale. Per ottenere ulteriori informazioni o ricevere una consulenza per valutare le opportunità che il digitale offre alla tua azienda, contattaci scrivendo all’indirizzo digital@exportiamo.it o chiamando al numero 06 59 19 749.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Federico Milone, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Franchise Expo South 2020
  • What Buyers Want
  • Fare Business in Israele