5 Trend del Commercio Digitale nel 2020

5 Trend del Commercio Digitale nel 2020
Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?
  • What Buyers Want
  • Incoterms 2020 Download

30 Gennaio 2020
Categoria: Digital Export

Nel 2019, secondo uno studio di Euromonitor International, oltre la metà della popolazione mondiale ha avuto accesso a internet e nel 2020 si prevede che gli utenti online continueranno ad aumentare, soprattutto grazie ai mercati emergenti e alla crescente diffusione del mobile.

L’inarrestabile progresso tecnologico che spinge verso un’innovazione continua porta a una costante rimodellazione delle abitudini e dei comportamenti della popolazione. Questi cambiamenti si riflettono anche sulle interazioni commerciali tra aziende e consumatori, da cui derivano nuovi trend del commercio globale, specialmente quello digitale. Di seguito approfondiamo le cinque tendenze che secondo lo studio caratterizzeranno maggiormente il 2020.

1. Maggiore attenzione alla Privacy

Con la recente introduzione nei principali mercati mondiali di normative riguardanti il rispetto della privacy, i consumatori digitali hanno acquisito più tutele e un maggiore controllo dei dati sensibili che decidono di condividere con i portali anche quelli di e-commerce.

Tuttavia, dal lato delle aziende questo decremento dell’afflusso di dati comporta una minore capacità di personalizzazione dell’offerta, tanto richiesta e apprezzata dagli utenti. I consumatori digitali si aspettano infatti che i Brand rendano l’intera esperienza di acquisto customizzata in base alle caratteristiche e preferenze dell’utente, tuttavia, questa personalizzazione diventa spesso non attuabile a causa delle nuove normative a tutela della privacy.

Per adeguarsi a questa accresciuta consapevolezza degli utenti in materia di privacy, le aziende stanno prendendo strade e soluzioni diverse: alcune stanno attuando un riposizionamento del marchio attraverso una comunicazione incentrata sul rispetto dei dati sensibili dei consumatori, altre aziende puntano sullo sviluppo di nuovi prodotti e servizi che rispettino la privacy, ovvero che consentano agli utenti di impedire il tracciamento dei dati personali.

2. La tecnologia 5G passa in primo piano

Dopo anni di sviluppo sembra che il 2020 sia l’anno in cui la connessione 5G diventerà una tecnologia diffusa e utilizzabile. Infatti, molti operatori telefonici nei principali mercati sviluppati (tra cui Cina, Stati Uniti, Giappone, Corea del Sud e alcuni Paesi europei) hanno già iniziato ad attivare tale connessione in alcune città e durante l’anno le zone coperte dalla connessione ultra veloce dovrebbero continuare ad aumentare.

La diffusione di questa nuova tecnologia avrà importanti risvolti nell’intero panorama mobile, grazie a una connessione che promette una velocità di download 10 volte superiore a quella attualmente ottenibile con le connessioni 4G LTE. Questo avanzamento tecnologico consentirà lo sviluppo e l’implementazione di tecnologie in aree come Internet of Things, realtà aumentata e virtuale e automobili a guida autonoma.

Lo studio di Euromonitor International evidenzia come il 40% dei professionisti del settore pensa che il 5G porterà a esperienze di e-commerce più efficienti e a un migliore accesso a internet in zone densamente popolate.

3. Potenziamento del commercio basato su abbonamenti

Il continuo sviluppo di prodotti legati al mondo dell’Internet of Things porterà a una sempre maggiore diffusione nelle case di apparecchi collegati ad internet e a una maggiore automazione delle faccende domestiche.

Questi macchinari derivanti dall’industria 4.0 guideranno in futuro il commercio derivante da acquisti automatizzati e abbonamenti, con risvolti positivi per le aziende che si assicureranno così flussi di entrate ricorrenti. La maggiore importanza che rivestiranno gli abbonamenti in diversi settori merceologici provocherà ripercussioni sulle logiche di mercato e sulla competizione tra aziende, in quanto i Brand avranno meno possibilità di influenzare le decisioni di acquisto di utenti che hanno già attivato un abbonamento con un’altra azienda, modificando così anche i tradizionali passaggi del funnel di acquisto dei consumatori digitali.

4. La corsa all’ultimo miglio della consegna si intensifica

Tra i nuovi fronti competitivi nei quali si scontrano sempre più le aziende, la consegna e la logistica è uno di quelli che nel 2020 avrà una maggiore centralità. I consumatori sono ormai abituati ad avere accesso tramite internet a una vastissima varietà di merci, che possono acquistare in pochi clic e ricevere direttamente a casa anche in tempi brevissimi.

Negli ultimi tempi si è sempre più sentito parlare di nuovi metodi di consegna tramite l’utilizzo di droni o, addirittura, permettere ai corrieri di accedere nelle abitazioni mentre il consumatore è assente. Tuttavia, lo studio mette in luce come nel 2020 le soluzioni che vedranno una maggiore crescita nell’ottica della logistica sono gli armadietti smart e i punti di raccolta e ritiro dei pacchi. L’obiettivo per le aziende continua a essere consegnare le merci nel modo più rapido, conveniente ed economico possibile.

5. Restare saldi sui valori del Brand

Da anni ormai la maggior parte dei Brand sta spostando sempre più la comunicazione sui canali digitali, a discapito dei media tradizionali. Infatti, gli strumenti online permettono alle aziende di raggiungere più efficacemente i consumatori, in particolare tramite i Social Media.

Tuttavia, i canali di comunicazione digitali nascondono non poche insidie per i Brand, con potenziali rischi che possono compromettere la reputazione di un’azienda. Esempi di questo vanno da partnership non in linea con i valori del marchio al non completo rispetto della privacy degli utenti, in più, qualsiasi errore commesso online può diventare potenzialmente virale e avere una visibilità fuori dal controllo dell’azienda stessa.

Un altro problema che riguarda questi canali è dato dalla difficoltà nel creare fiducia nei consumatori, in quanto una buona porzione dei contenuti online è sponsorizzata e risulta artificiale, facendo sì che l’utente metta in dubbio l’autenticità del messaggio che gli viene proposto. Sarà quindi centrale per le aziende rimanere fedeli nei propri valori durante lo sviluppo della comunicazione digitale, optando per soluzioni che prevedano la trasparenza nei confronti dell’utente, in modo da creare fiducia nello stesso.

In conclusione, il 2020 vede ancora una volta al centro delle strategie aziendali il consumatore, che adesso vuole avere maggiori certezze su come vengono raccolti e utilizzati i suoi dati personali, mentre le aziende dovranno competere sull’esperienza di acquisto, che rappresenta il principale fattore di differenziazione per i Brand nel 2020. Se sei interessato ai nuovi trend dell’e-commerce a livello mondiale potrebbe interessarti il nostro approfondimento.

Per ottenere ulteriori informazioni o ricevere una consulenza per valutare le possibilità che il digitale offre alla tua azienda, contattaci scrivendo all’indirizzo digital@exportiamo.it o chiamando al numero 06 59 19 749.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Federico Milone, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Franchise international Expo - NY
  • What Buyers Want
  • Fare Business in Israele
  • GreenHillAdvisory
  • Wine Export Management
  • Export Sales Management e Commercio Internazionale
  • Business Tour - Israele
  • EU-Startups Summit