Nuovi contributi dall’Emilia Romagna

Nuovi contributi dall’Emilia Romagna
Pubblicità
  • Incoterms 2020 Download
  • Germania

27 Giugno 2014
Categoria: Finanziamenti, Incentivi ed Assicurazioni
Paese:  Italia

Le PMI della Regione Emilia Romagna hanno da oggi un motivo in più per internazionalizzarsi e partecipare a fiere ed eventi internazionali. La Regione mette infatti a disposizione delle piccole e medie imprese contributi volti a favorire l’entrata in nuovi mercati. Ma vediamo nel dettaglio chi può partecipare, in che modo e quali sono i benefici erogati.

Possono partecipare al bando le PMI, anche organizzate sottoforma di ATI (Associazione Temporanea di Impresa),  aventi sede legale in Emilia Romagna.

Le imprese interessate dovranno presentare la richiesta di contributo evidenziando la partecipazione a minimo tre eventi internazionali o, in Italia, é ammissibile la partecipazione all’Expo di Milano. Per evento internazionale si intende non solo la partecipazione a fiere (che possono essere anche diverse edizioni della stessa e quindi in più finestre temporali), ma anche partecipazioni a esposizioni in showroom, B2B, forum e degustazioni all’estero

Il contributo regionale é stato così identificato:

• se a presentare la richiesta é una singola impresa, le spese ammissibili non dovranno essere inferiori a 20 mila euro e non superiori a 100 mila euro, in tal caso il contributo sarà pari al 30%;

•se a presentare la richiesta é un ATI le soglie cambiano, 100 mila euro sarà l’importo minimo e 200 mila euro l’importo massimo delle spese ammissibili, in questo caso il contributo regionale sarà pari al 45%

In ogni caso le spese ammissibili dovranno essere sostenute nel 2015. Si terrà conto della data di emissione delle fatture che non potrà essere antecedente al 01/01/2015 e non potrà essere successiva al 31/12/2015. Unica eccezione l’affitto di spazi e quindi l’anticipo di costi da sostenersi nel 2015. 

Per spese ammissibili si considerano le seguenti:

•costo dell’area espositiva e allestimento;

•trasporto dei materiali e dei prodotti (inclusa eventuale assicurazione);

•costo di hostess e interpreti;

•costo di consulenze esterne;

•spese per la registrazione del marchio. 

Insomma é una grande opportunità per le imprese emiliano-romagnole da sfruttare per iniziare ad approcciare un mercato estero evitando di sostenere interamente i costi che un processo di internazionalizzazione inevitabilmente richiede. La Regione Emilia Romagna é da sempre molto attenta alla promozione e al sostegno del suo tessuto imprenditoriale, sempre proattiva e dinamica nella sua programmazione. 

Il 12 settembre é il termine ultimo di presentazione delle richieste. Dunque affrettatevi!

E per ulteriori informazioni scriveteci: info@exportiamo.it 

 

Fonte: elaborazione dati da Portale E-R. 

 

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Simest
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Germania
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile