28 Gen
Flussi dell’Informazione e Processi Decisionali

Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?
  • Incoterms 2020 Download
  • Export Smart Summit
  • Sito Web
  • CIIE - 2020
  • Simest
  • Vuoi esportare  in Germania e nei Paesi di lingua tedesca?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?

dal   28-01-2020   al   28-01-2020
Tipologia: Convegni

Dove: Roma
Luogo: Sala della Regina – Camera dei Deputati
Orario:  dalle   09:30   alle   11:00
Sito: https://bit.ly/38hCFS1

L’evento “Flussi dell’informazione e processi decisionali” si terrà il 28 gennaio presso la Camera dei Deputati a Roma.

L’interrelazione tra processi decisionali e flussi di informazione e comunicazione è una questione decisiva per il futuro della civiltà in una molteplicità di situazioni su scala planetaria (dalle grandi tematiche dei cambiamenti climatici globali a quelle della globalizzazione, a quella delle migrazioni) con la quale si confronta l’umanità intera.

Questa questione rileva anche a livelli meno macroscopici, ma non meno importanti relativi alla quotidianità sul fronte dei consumi, in particolare per quanto attiene ai comportamenti alimentari, e alla salute settore nel quale si riscontrano sia ingiustificate recriminazioni nei confronti del sistema sanitario nazionale, sia casi di preoccupante disinformazione come quello sulla presunta diffusione della meningite in Italia e addirittura diffidenza verso i risultati della ricerca scientifica e del rifiuto della responsabilità sociale come nel caso della contestazione dei vaccini.

I tempi attuali – che sembra siano l’era della post-verità – vedono alcune difficoltà particolari al riguardo.

Tralasciamo il punto di vista di chi sostiene che la conoscenza approfondita non sia un requisito indispensabile per assumere decisioni e consiglia di affidarsi a sensazioni da assecondare, intuizioni da seguire, opportunità da cogliere, relegando di fatto in questo modo, la razionalità ai margini. Anche per i sostenitori del tradizionale precetto “conoscere per decidere” si presentano domande difficili su quanto siano affidabili e non strumentali i contenuti e i processi che portano a costruire i convincimenti, sia degli individui sia dei gruppi sociali.

La diffusione di Internet, del web e dei social e anche più in generale la digitalizzazione e la stessa globalizzazione hanno reso più impegnativa la selezione e la “pesatura” delle fonti e contribuito a creare rischi di dissociazione dalla realtà e di circuiti chiusi e distinti. L’aumentata partecipazione, fenomeno in sé indubbiamente positivo, impone di converso che le conoscenze siano non solo accessibili, ma anche valutabili da parte di una vastissima platea di soggetti, anche quando la complessità dei temi da affrontare è proibitiva.

Inevitabilmente, tutti i soggetti sono portatori di interessi, ma alcuni sono più determinati di altri e hanno mezzi migliori per farli valere. La posta in gioco motiva una guerra senza esclusione di colpi da parte dei portatori di interesse economici o di supremazia a fini di potere e il mondo della politica non è certo estraneo alle dinamiche che si producono. Se si prende atto che non è lontana dal vero l’affermazione che i soggetti deboli (individui e comunità di cittadini) sono condizionati e strumentalizzati (in sintesi” usati) si pone allora l’esigenza di approfondire i meccanismi attraverso i quali ciò avviene e di provare a contenere la loro efficacia prendendo le opportune contro misure nella misura del possibile, cercando di evitare i due estremi di una rinuncia a priori associata ad oblio da difesa da una parte e di velleità rivoluzionarie non corredate di realistica progettualità alternativa, dall’altra.

In definitiva la sfida è quella di comprendere e tentare di governare la complessità, complessità dei contenuti e complessità dei processi, quest’ultima accentuata dall’essenza della democrazia che domanda come diritto-dovere una partecipazione informata e quindi studio, approfondimento confronto di opinioni diversificate.

Il Convegno è organizzato da Vision & Global Trends. International Institute for Global Analyses - si inserisce nel quadro degli studi dedicati ai temi della informazione e comunicazione nella cosiddetta era della post-verità.

Programma

Saluti istituzionali

On. Edmondo Cirielli – Camera dei Deputati, Questore

Dott. Tiberio Graziani –Vision & Global Trends, Presidente

Relazione introduttiva

Prof. Fabio Pistella – ENR Consigliere di Amministrazione – già Presidente Cnr e Direttore generale Enea

Relazioni

C. Amm. Fabio Agostini – Capo Dipartimento Pubblica informazione e comunicazione presso Stato Maggiore della Difesa

Dott. Fabrizio Noli – Caposervizio Esteri Radio Rai

Per una storia dell’opinione pubblica

Prof. Mario Morcellini – Commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e Consigliere alla Comunicazione Sapienza Università di Roma

Informazione vs decisione nello spazio pubblico mediatizzato

Dott. Stefano Ricci – Esperto di sicurezza cibernetica, saggista

Deepfake e postverità: una nuova filiera della disinformazione

Prof. Angelo Maria Petroni – Segretario generale, Aspen Institute Italia

Il ruolo delle teorie nell’era dei big data

Prof. Roberto Guarasci – UNICAL, Direttore del Dipartimento Culture educazione e società

Relazioni e Terminologia nella costruzione dell’affaire Dominique Strauss-Kahn

Dott. Giovanni Anzidei – Fondazione Igea Onlus, Vice Presidente – Giornalista scientifico

Dispersione nella comunicazione e disinformazione scientifica

Dott. Andrea Sonnino – Presidente Fidaf e Coordinatore dell’Osservatorio sul Dialogo nell’Agroalimentare

Il metodo partecipativo per l’assunzione di decisioni condivise nell’agroalimentare

Conclusioni

Dott. Filippo Romeo, Vision & Global Trends, Analista senior

Per adesioni, registrarsi scrivendo – entro giovedì 23 gennaio - a: info@vision-gt.eu

Per accedere alla Sala è richiesto abbigliamento formale, per gli uomini giacca e cravatta.

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Export Smart Summit
  • Sito Web
  • CIIE 2020
  • Simest - Ibs italia
  • Vuoi esportare  in Germania e nei Paesi di lingua tedesca?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?