Ohio, lo “Swing State” dove il business è di casa

Ohio, lo “Swing State” dove il business è di casa
Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?
  • Incoterms 2020 Download
  • Invitalia - Voucher Internazionalizzazione
  • Risk Map SACE 2021
  • HongKong

08 Agosto 2016
Categoria: Focus Paese
Paese:  USA

L’Ohio è uno Stato federato situato nel Midwest degli States e riveste un’importanza di primo piano per l’economia di tutto il Paese a stelle e strisce essendo sede di importanti insediamenti agricoli ed industriali. L’Ohio infatti, rientra nella classifica dei 7 Stati maggiormente industrializzati del Paese.

Il suo nome deriva dall’omonima parola Ohio che significa “bel fiume, bella terra” ed in effetti una parte dello Stato, al confine con la Virginia, è bagnata proprio dal fiume Ohio, uno dei principali affluenti del Mississippi.

Lo Stato ha due soprannomi:

-“The Bukeye State” per via di una castagna velenosa che nasce da una specifica specie di ippocastano, tipica dei territori dello Stato;
-“The Mother of Presidents” in ragione del fatto che lo Stato ha dato i natali a ben otto dei quarantaquattro Presidenti degli Stati Uniti d’America.

L’Ohio è anche il settimo Stato più popoloso degli USA. Vi abitano circa 11,6 milioni di persone il cui voto, nel corso delle elezioni politiche svoltesi dal 1960 ad oggi, si è orientato sempre a favore del candidato che ha poi conquistato la Presidenza. Esso è considerato uno degli Swing States ovvero, uno Stato nel quale nessun partito possiede (generalmente) un sostegno schiacciante da parte degli elettori. Per questo motivo accade spesso che i due principali candidati, al fine di conquistarne l’appoggio, investano una quantità di risorse ed energie assolutamente superiore rispetto a quelle che vengono invece destinate ai cosiddetti Safe States, caratterizzati da una tradizione e preferenze politiche più facilmente prevedibili.

Il tessuto industriale dello Stato è molto sviluppato con la presenza di importanti poli produttivi in molti settori: dalla siderurgia alla meccanica, dalla chimica all’agroalimentare. La spiccata vocazione industriale dello Stato non toglie però spazio ad un settore agricolo moderno che, grazie ad un utilizzo efficiente di tecnologie all’avanguardia vede una ricca produzione di mais, avena, grano, patate, barbabietole da zucchero, tabacco, soia, frutta ed uva da vino. Importante è anche il settore finanziario che sommato al manifatturiero, realizzano quasi il 20% del PIL annuo.

Inoltre, si segnala che a Cleveland, l’area metropolitana più grande dello Stato, c’è la presenza di una rilevante industria della gomma, di un servizio sanitario di altissimo livello e di un settore come quello delle biotecnologie in forte crescita.
La capitale dello Stato – Columbus – prende il nome dall’esploratore e navigatore italiano Cristoforo Colombo, conta su circa 840mila abitanti ed è celebre per la presenza della storica Ohio State University. E’ poi interessante rilevare che, se si prendono in considerazione gli abitanti presenti all’interno delle tre principali aree metropolitane dello Stato (Columbus, Cleveland e Cincinnati), si nota come circa il 50% della popolazione complessiva risieda all’interno di una di queste tre aree.

Il clima dell’Ohio è di tipo continentale e per questo caratterizzato da stagioni invernali piuttosto fredde ed abbondanti precipitazioni (in particolare nel periodo che va da maggio ad ottobre) mentre le estati sono più miti specialmente nell’area più a Est dello Stato.

Per fare business ed attrarre capitali d’investimento in Ohio sono stati messi a punto una serie di incentivi, (sovvenzioni, prestiti, crediti d’imposta, ecc.) con l’obiettivo di tendere una mano nei confronti di tutte quelle aziende che intendono svilupparsi e creare posti di lavoro sul territorio statale. Maggiori informazioni sui vari strumenti a disposizione possono essere visualizzati cliccando qui.

Ad incentivare l’arrivo degli operatori economici, contribuiscono le Free Enterprises Zones ovvero zone amministrate dai governi comunali e delle contee che offrono sostanziose esenzioni fiscali per tutte le imprese che investono in Ohio.

Esistono due tipi di Free Enterprises Zones (FEZ) a cui vengono associati diversi programmi di sviluppo:

- quelle che sorgono in aree svantaggiate e che devono presentare una serie di caratteristiche specifiche per essere definite e certificate come tali;
- quelle che sorgono in zone definite come “non problematiche” e che non sono dunque tenute a documentare il disagio all’atto della loro creazione.

Per approfondire la conoscenza dei programmi che riguardano le FEZ si consiglia di consultare questa pagina web.
Sebbene esistano delle relazioni di business fra Ohio-Italia il relativo interscambio commerciale non è elevatissimo (al di sotto di un miliardo di dollari) ed i flussi import/export si concentrano nelle seguenti categorie merceologiche:

- Export dall’Ohio verso l’Italia–> acquistiamo soprattutto: macchinari ed attrezzature, PC e prodotti elettronici, prodotti chimici, prodotti della metallurgia, prodotti in plastica ed in legno;
- Export dall’Italia verso l’Ohio–> vendiamo soprattutto: macchinari industriali, macchinari elettrici, strumentazione medica ed ottica, veicoli, prodotti di abbigliamento/pelle.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Marco Sabatini, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • hong kong
  • Invitalia - Voucher Internazionalizzazione
  • Esportare in Canada
  • HongKong- Innovative
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile