Montana, “Big Sky Country” accoglie le PMI

Montana, “Big Sky Country” accoglie le PMI
Pubblicità
  • Incoterms 2020 Download
  • Germania

03 Novembre 2016
Categoria: Focus Paese
Paese:  USA

Lo Stato del Montana è il quarto più esteso, ma solo il 44° per popolazione (di poco superiore al milione di abitanti), e il 48° più densamente popolato, tra tutti i 50 Stati a stelle e strisce. Esso si trova nella parte nordoccidentale della Federazione e confina con Canada, Nord e Sud Dakota, Wyoming e Idaho.

Molto probabilmente il nome nazionale prende origine dal termine spagnolo montaña la cui traduzione è “montagna” o, per estensione, “stato montagnoso”. In effetti nello Stato si contano ben 77 montagne appartenenti ad una delle catene montuose più vaste a livello globale, le Montagne Rocciose.

Il Montana è soprannominato Big Sky Country (lo Stato del grande cielo) e The Treasure State (lo Stato del tesoro) e, data la vastità delle aree non urbanizzate, è abitato da moltissimi Orsi Grizzly, animali particolarmente aggressivi e dunque potenzialmente assai pericolosi.

Big Sky Country è visitato ogni anno da moltissimi turisti richiamati da una serie di attrazioni fra cui il Glacier National Park, il Monumento Nazionale del Little Bighorn, il Lago Flathead (il più grande degli USA), il parco Yellowstone (che ha una superficie simile a quella dell’Umbria) ed il fiume più breve del mondo, il Roe.

Chi visita il Montana rimarrà affascinato dai paesaggi immersi nelle ampie vallate dove scorrono fiumi ricchi di acqua ideali per la pesca e che garantiscono allo Stato, oltre al necessario servizio idrico, anche l’energia per le centrali idroelettriche.

Tuttavia lo Stato non è solamente caratterizzato da immensi territori incontaminati ma anche da realtà urbane in cui convivono boutique alla moda, ristoranti raffinati e stili di vita new age. La capitale dello Stato è Helena (circa 30mila abitanti) , fondata il 30 ottobre del 1864 dopo la scoperta dell’oro lungo il torrente Last Chance Creek, e circondata da numerose bellezze naturali.

Economia

Nel 2015 lo Stato ha prodotto ricchezza per circa 46 miliardi di dollari, precedendo in questa speciale classifica solo altri tre Stati federati (South Dakota, Wyoming, Vermont). In passato l’economia del Montana era basata essenzialmente sull’industria mineraria per via dei grandi giacimenti di minerali e di metalli presenti sul territorio arrivando addirittura a coprire oltre il 40% della domanda mondiale di rame.

All’inizio del XX secolo l’approdo di masse di agricoltori e lavoratori sul territorio nazionale avviò un processo di diversificazione della struttura economica che però non ha prodotto cambiamenti così radicali: oggi infatti il Montana è ancora dipendente dalle sue risorse naturali ed è un dato di fatto incontrovertibile che agricoltura, turismo, lavorazione del legno ed industria mineraria continuino a giocare un ruolo essenziale per l’economia dello Stato.

In particolare una frase dello storico Dave Walter ben riassume l’importanza che le attività legate al territorio hanno per questo Stato: “As prehistoric peoples and American Indians have know for millennia, the land is the foundation and the focus of life in Montana”.

Lo Stato però ha anche sviluppato in misura consistente il settore terziario, che oggi vale circa i ¾ del PIL. Oltre al già citato turismo, le principali industrie di servizi comprendono il settore immobiliare, l’edilizia e la sanità.

Altre industrie chiave sono rappresentate da:

Bioscienze -> Il comparto può avvalersi della Montana Bioscience Alliance, costituita nel 2004, realtà che funge da hub per le aziende e gli imprenditori di scienze biologiche del Montana. La missione dell’istituzione è quella di sostenere e far crescere le aziende del settore creando il maggior numero possibile di posti di lavoro;

Energia -> Il Montana dispone, a livello energetico, di grandi risorse e capacità produttive incredibili. Grandi opportunità si riscontrano in svariati settori: Oil&Gas, bioenergie, carbone, industria geotermica, idroelettrica ed eolica. Inoltre il Montana sta rapidamente rafforzando le infrastrutture di trasporto necessarie per facilitare la commercializzazione delle proprie risorse energetiche;

Manifattura -> Lo Stato ha una tradizione manifatturiera di rilievo basti pensare che nel 2013 si contavano oltre 3000 aziende aziende manifatturiere all’interno dei confini statali e questo numero è registrato ancora in crescita. Le aziende del comparto possono contare sul Montana Manufacturing Extension Center (MMEC), un ente che offre in collaborazione con il Montana Department of Commerce, una vasta gamma di servizi. E’ stato stimato che tra il 1996 e il 2012, il MMEC abbia contribuito a incrementare le vendite delle imprese del comparto per un valore pari a $ 824,3 milioni, riducendo i costi di $ 92,3 milioni e creando quasi 3000 posti di lavoro;

Ottica -> L’industria ottica nel Montana ha guadagnato slancio negli ultimi 30 anni e prosegue in questa direzione tanto che la parte sudoccidentale dello Stato vanta la più alta concentrazione pro capite di aziende ed istituti di ricerca di ottica e fotonica dell’intera Federazione.

Fra le ragioni che spingono le PMI a scegliere The Treasure State vi è certamente la presenza di un clima pro-business favorito dall’importante ruolo svolto dal governo locale specialmente attraverso la creazione di una serie di programmi che incentivano la creazione di posti di lavoro altamente qualificati. Lo Stato del Montana infatti offre una notevole varietà incentivi (crediti d’imposta, detrazioni, sovvenzioni e finanziamenti a basso interesse) oltre a specifici programmi di assistenza tecnica che sono disponibili sia per startup sia per imprese più strutturate.

Commercio Estero

Il più importante partner commerciale del Montana a livello mondiale, data la vicinanza geografica, è il Canada seguito da alcune fra le principali economie del continente asiatico come Corea del Sud, Cina e Giappone.

L’interscambio commerciale fra Italia e Montana non è molto fitto e può certamente essere approfondito. In ogni caso il Belpaese esporta nello Stato USA soprattutto le seguenti categorie merceologiche: macchine non elettriche, prodotti chimici, computer e manufatti vari.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Marco Sabatini, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Simest
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Ecwid
  • Germania
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile