Italia-Usa: partnership solida nel settore agroalimentare

Italia-Usa: partnership solida nel settore agroalimentare
Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?

27 Marzo 2019
Categoria: Food & Beverage
Paese:  USA

I dati comunicati dall’Agenzia ICE di New York relativi all’interscambio Italia-Usa nel 2018 mostrano un andamento indubbiamente positivo: l’aumento dell’interazione commerciale fra i due Paesi è stato del 14% con l’Italia che si posiziona al 10 posto fra i partner commerciali degli USA a livello mondiale mentre, a livello europeo, rimane appena fuori dal podio alle spalle di Germania, Regno Unito e Francia.

Le esportazioni italiane verso gli Stati Uniti hanno registrato un costante trend di crescita negli ultimi tre anni e, nello specifico nel 2018, l’interscambio fra Roma e Washington ha registrato un saldo di bilancia commerciale a favore dell’Italia stimato in 3,57 miliardi di dollari.

Da un punto di vista settoriale spiccano le importazioni a stelle e strisce di prodotti agroalimentari e bevande Made in Italy che hanno registrato un aumento del 7,9% rispetto all’anno precedente.

E’ interessante notare che, per specifiche categorie di prodotti alimentari, l’Italia gode di una posizione di primato rispetto ai suoi principali competitor. Olio d’oliva, pasta, acque minerali e vino sono stati definiti “i campioni del Made in Italy” e detengono ampie quote di mercato – rispettivamente 36,1%, 36%, 34,4%, 32% – sul totale dell’import americano di questi prodotti.

Anche nel 2018 (terzo anno consecutivo) la categoria del vino rappresenta una delle principali voci dell’export agro-alimentare italiano verso gli USA (38,3% del totale) costituendo – insieme ad olio di oliva, pasta e formaggi – circa i ⅔ del totale delle esportazioni in tale settore.

Inoltre, data la significativa performance di crescita (+50,8% rispetto al 2017), anche il gelato occupa una posizione di particolare rilievo con una quota di mercato del 10,1%, seguito da carni lavorate e prodotti da forno con quote di mercato del 6% e del 3,5%.

Settore Specialty Food&Beverage negli Stati Uniti: andamento vendite e trend futuri

I dati che riportiamo di seguito sono ricavati dall’ultima analisi effettuata dalla Specialty Food Association, la principale associazione di categoria no-profit americana che tende a definire “specialty” i prodotti alimentari e bevande accomunati dalle seguenti caratteristiche: alti standard qualitativi, innovazione, stile del packaging, gusto ed originalità, utilizzo di ingredienti di qualità, processi di produzione brevi, importanza data alla storia del brand ed al team di persone che fanno parte dell’azienda.

Una prima informazione di rilievo è che il mercato americano rappresenta un terreno fertile per le aziende specializzate nella produzione di specialty food dal momento che il 65% dei consumatori americani dichiara di acquistare prodotti alimentari e bevande dalla connotazione “specialty”. Tale dato riflette l’aumento delle vendite a livello retail di tale categoria cresciute, tra il 2015 e il 2017, del 12,9%. Dato piuttosto rilevante se confrontato con il tasso di crescita registrato dalle vendite di tutte le categorie alimentari, che si attesta a +1,4% nel settore retail.

Nello specifico, nel 2017 le vendite complessive di tale categoria di prodotti si sono attestate a $140,3 miliardi, distribuite in buona parte sul settore retail, definito anche brick-&-mortar (quota 77%), seguito dal settore Foodservice (22%) e online (meno del 2%). Quest’ultimo dato presenterà, secondo la Specialty Food Association, una crescita positiva ma piuttosto lenta: si prospetta infatti una quota di vendite online ancora inferiore al 10% entro il 2022.

Per prima cosa è interessante notare come le categorie del formaggio e dei formaggi a base vegetale (ossia formaggi che contengono ingredienti di origine non animale come legumi, verdure o cereali) rappresentino il valore di vendita più alto nel settore degli Specialty Food (circa 4 miliardi di dollari). Inoltre, nel periodo compreso tra il 2015 e il 2017, le altre categorie di prodotto che hanno registrato una crescita a dir poco esponenziale sono acqua (+76,1%), gallette di riso (+64,1%), bevande fredde a base di thè e caffè pronte all’uso (+63,2%), snack a base di carne essiccata (+62,1%), nonché creme a lunga conservazione (+61,7%).

Dai dati elaborati dalla Specialty Food Association, i prodotti che presenteranno nei prossimi 3 anni una crescita altrettanto consistente saranno i dessert congelati, antipasti refrigerati, acqua, succhi refrigerati, bevande funzionali, creme refrigerate e snack a base di carne essiccata. Anche nel settore degli specialty food, i consumatori americani manifestano particolare interesse nei confronti di prodotti e aziende che puntano alla sostenibilità ambientale, alla biodiversità, al benessere fisico e alla praticità d’uso.

Summer Fancy Food Show 2019: cosa aspettarsi da questa edizione?

Come ben noto, la Specialty Food Association organizzerà il prossimo Giugno (23-25) allo Javits Center di New York il Summer Fancy Food Show, evento per eccellenza esclusivamente dedicato al settore alimentare “specialty” nel mercato Nord Americano. I numeri che si registreranno in questa 65ima edizione assicurano, ancora una volta, una massiccia affluenza da parte degli operatori di settore, nonché una ricchezza e diversità dell’offerta prodotto.

In uno spazio di circa 30.000 metri quadrati, saranno presenti, infatti, oltre 2600 espositori tra produttori, importatori e distributori, provenienti da 55 Paesi, con un range di prodotti alimentari e bevande che complessivamente comprende un numero di referenze superiore alle 200.000 unità.

Con questi dati promettenti, le aziende di tutto il mondo possono approfittare di una incredibile visibilità e di un contesto interattivo in cui creare e/o consolidare opportunità di business.

IBS North America, per il quarto anno consecutivo, sarà presente con il proprio stand allo Javits Center, pronta a promuovere le eccellenze italiane di realtà aziendali di calibro internazionale come Caroli Usa, Eattiamo e Magnifico Food.

Nello specifico Caroli Usa presenterà una linea esclusiva di Olio Extra Vergine di Oliva e prodotti alimentari sani e naturali provenienti da 12 aziende regionali italiane. Caroli Usa importa e distribuisce tali prodotti in Canada e Stati Uniti, mantenendo elevati standard di qualità e di innovazione produttiva.

Dal team di amanti e appassionati del cibo italiano di Eattiamo nasce invece un progetto di promozione della cucina italiana unico ed innovativo che si traduce nella spedizione mensile di box contenenti prodotti di qualità premium dalle regioni italiane direttamente nelle case delle famiglie americane.

Infine la necessità di offrire una accurata selezione di prodotti Made in Italy sui canali digitali negli Stati Uniti trova la sua soluzione in Magnifico Food: una piattaforma di e-commerce che raccoglie il meglio delle specialità italiane con forte legame territoriale, autenticità e packaging creativo. Magnifico Food è anche una vetrina informativa: la continua condivisione di contenuti di approfondimento sui prodotti, la loro provenienza ed utilizzo in cucina permettono all’utente americano di accedere ad un’esperienza di acquisto ricca e consapevole.

Per ricevere ulteriori informazioni sul mercato USA e su come esportare i propri prodotti Food&Beverage si consiglia di contattare IBS North America scrivendo all’indirizzo info@ibsna.us, compilando il seguente form, oppure chiamando la sede italiana raggiungibile al numero 06-5919749.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Maria Chiara Migliaro, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Summer Fancy Food Show 2019