Commercio estero: a novembre slancio positivo per l'export italiano

Commercio estero: a novembre slancio positivo per l'export italiano
Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?
  • Incoterms 2020 Download
  • Export Smart Summit
  • Sito Web
  • CIIE - 2020
  • Simest
  • Vuoi esportare  in Germania e nei Paesi di lingua tedesca?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?

17 Gennaio 2017
Categoria: Marketing Internazionale

A novembre c’è più voglia di Made in Italy sui mercati esteri come certificato dai dati Istat diffusi oggi che rilevano un incremento sia dell’export (+2,2%) che dell’import (+1,7%) rispetto al mese precedente. Se si confronta invece il dato di novembre 2016 con quello di novembre 2015 l’incremento è ancora più ampio per entrambi flussi: export (+5,7%) ed import (+5,6%).

L’aumento congiunturale dell’export è trainato dalle vendite verso i mercati extra Ue (+3,4%) e in misura minore da quelle verso l’area Ue (+1,2%).

Anche a livello trimestrale, confrontando dunque il trimestre settembre-novembre con quello giugno-agosto dell’anno appena conclusosi, si registra un aumento dell’export (+0,9%) che coinvolge entrambe le principali aree di sbocco, con una crescita più intensa per i Paesi extra Ue (+1,7%), rispetto all’area Ue (+0,4%).

A livello merceologico tutti i principali raggruppamenti industriali appaiono in espansione esclusi i beni di consumo durevoli (-0,9%). In particolare sono in grande aumento le vendite di mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (+18,4%), di autoveicoli (+13,7%) e di sostanze e prodotti chimici (+13,4%). Dal lato dell’import, aumenti rilevanti riguardano gli autoveicoli (+27,8%), i mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (+12,3%) e i macchinari e apparecchi n.c.a. (+11,6%).

Dettaglio Paesi

A novembre 2016 sul podio dei Paesi che hanno comprato più Made in Italy troviamo Stati Uniti (+15,3%), Giappone (+14,1%) e Cina (+12,8%) seguiti da due Paesi dell’area Ue: Repubblica ceca (+12,7%), Romania (+9,1%) e Polonia (+1,9%).

D’altro canto l’incremento dell’import (+5,6%) è determinato principalmente dal forte aumento degli acquisti da Repubblica ceca (+20,1%), Belgio (+19,3%), India (+18,9%), Spagna (+18,3%) e Turchia (+17,4%).

Infine va segnalato che nei primi undici mesi del 2016 l’avanzo nel commercio con l’estero ha raggiunto i 45,8 miliardi, con un incremento di 9,6 miliardi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Scendendo nel dettaglio si evidenzia come a novembre 2016 il surplus abbia toccato i 4,2 miliardi di euro (+4 miliardi a novembre 2015).

Infografica: Carlotta Desideri

Fonte: a cura di Exportiamo, di Marco Sabatini, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Export Smart Summit
  • Sito Web
  • CIIE 2020
  • Simest - Ibs italia
  • Vuoi esportare  in Germania e nei Paesi di lingua tedesca?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?