Esportare il Made in Italy con ICE ed Amazon

Esportare il Made in Italy con ICE ed Amazon

13 Marzo 2023 Categoria: Digital Export

Prosegue la collaborazione tra Agenzia ICE e Amazon per promuovere le aziende italiane in Francia, Germania, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti, e nei nuovi mercati di Svezia, Paesi Bassi e Polonia. Adesioni entro il 15 marzo.

I dati parlano chiaro: secondo gli ultimi dati forniti dall’Osservatorio Netcomm, l’export sui canali digitali è cresciuto del +15% nel 2021, toccando un valore di 15,5 miliardi di euro, con un peso pari al 9% dell’export complessivo in Italia.

E proprio partendo da questi presupposti, nell’ambito del Patto per l’export, che ha nell’e-commerce uno dei pilastri dell’internazionalizzazione, ICE ed Amazon hanno rinnovato per la terza volta la loro intesa volta a sostenere le PMI nelle loro attività di digital export. 

La prima e la seconda edizione del progetto ICE-Amazon hanno visto oltre 1200 aziende italiane entrare a far parte della Vetrina Made in Italy di Amazon, consentendo loro di vendere i propri prodotti in Francia, Germania, Regno Unito, Spagna, USA, Emirati Arabi Uniti e Giappone.

Le aziende partecipanti hanno inoltre potuto beneficiare di una visibilità aggiuntiva su tali mercati, grazie alla campagna pubblicitaria digitale promossa dall’Agenzia ICE che nel 2022, ha generato oltre 633 milioni di impression, raggiungendo più di 82 milioni di clienti.

In questa terza edizione, oltre ai mercati già presidiati di Germania, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti, è previsto l’approdo anche in Svezia, Paesi Bassi e Polonia.

Obiettivo dell’iniziativa è la realizzazione di un piano di sviluppo per l’inserimento di nuove aziende e dei loro prodotti all’interno delle vetrina di Amazon dedicata esclusivamente al Made in Italy, la formazione ed il supporto alle aziende nelle vendite online, oltre ad attività di marketing che promuovano i prodotti ed accrescano le vendite all’estero.

VANTAGGI 

La partecipazione al progetto è gratuita e non comporta costi aggiuntivi se non quelli relativi alle tariffe applicabili ai servizi di vendita su Amazon, ovvero i costi di attivazione e gestione dell’account, così come anche le attività organizzative e di traduzione delle pagine web, nonché altre forme di personalizzazione della pagina relative all’attivazione e gestione presso Amazon di un proprio account di vendita.

I vantaggi, però, sono molteplici. Partecipando al programma, infatti, si può ottenere:

  • assistenza da parte di Account Manager Amazon;
  • accesso al portale di formazione dedicato;
  • Vvsibilità ai prodotti delle aziende ammesse nella vetrina Made in Italy di Amazon sui siti esteri Amazon.co.uk, Amazon.de, Amazon.fr, Amazon.es, Amazon.com, Amazon.se, Amazon.nl, Amazon.pl;
  • beneficio di un flusso aggiuntivo di traffico generato dalle campagne di digital advertising finanziate dall’Agenzia ICE.

In aggiunta, sempre nell’ambito dell’accordo tra Agenzia Ice e Amazon, quest’anno si inserisce il progetto pilota Amazon Incubator, che offrirà consulenza strategica personalizzata ai Partner di Vendita Made in Italy selezionati, con l’obiettivo di supportarli, per i successivi 6 mesi, nel consolidamento della propria crescita negli store esteri di Amazon e nel dare maggiore visibilità ai prodotti espressione dell’eccellenza della produzione italiana.

REQUISITI 

Possono accedere tutte le aziende con sede legale e stabilimenti produttivi in Italia i cui prodotti siano conformi alla normativa prevista per i prodotti Made In Italy.
Per quanto riguarda i settori ed i prodotti ammessi l’elenco varia in base al mercato target.

Inoltre, sempre in base al mercato selezionato, ciascuna azienda dovrà verificare le regolamentazioni per l’accesso dei prodotti italiani e rispettare le relative normative di vendita. Per esempio, le aziende interessate a vendere negli USA devono già possedere la registrazione FDA (Food and Drug Administration) per i prodotti agroalimentari, quella CITES per gioielli, pelletteria e pellicce (abbigliamento/accessori/calzature), nonché le registrazioni previste per prodotti cosmetici.

Per quanto riguarda la creazione del catalogo online, l’azienda deve disporre di almeno 2 immagini di qualità (min 1000 pixel lato lungo e 500 pixel lato corto e possibilmente sfondo bianco) per ciascun prodotto che intende caricare, e di una descrizione dei prodotti in lingua italiana, inglese e straniera in base ai mercati target (Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti, Svezia, Paesi Bassi e Polonia).

Lato logistica, l’azienda deve essere in grado di garantire spedizioni espresse nazionali e internazionali; garantire il servizio di importazione, anche tramite importatori terzi, laddove previsto dalla normativa locale; offrire logistica idonea al fresco, qualora l’Azienda intenda commercializzare questo tipo di prodotto, nei mercati target dove è consentito. Ogni azienda può scegliere se adottare il proprio sistema logistico oppure la Logistica di Amazon.

L’azienda, inoltre, deve essere fornita di una risorsa che possa dedicare un minimo di 40 ore in fase di avvio per conoscere il funzionamento del marketplace Amazon e del Seller Central, ed un minimo di 10 ore settimanali per la gestione degli ordini e dell’account.

COME PARTECIPARE 

Per aderire è necessario inviare la propria manifestazione di interesse entro il 15 marzo 2023.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Digital Export manager
  • Missione Commerciale in Sud Africa
  • Yes Connect
  • CTrade

Hai un progetto Export? Compila il Form

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • Exportiamo Academy
  • Esportare in Canada
  • Uffici negli USA
  • Missione Commerciale in Sud Africa
  • CTrade
  • Vuoi esportare in sudafrica?