Vietnam: il Futuro dell'E-commerce è già qui

Vietnam: il Futuro dell'E-commerce è già qui

06 Febbraio 2024 Categoria: Digital Export Paese:  Vietnam

Il Vietnam rappresenta un terreno fertile per l’e-commerce, con una crescita prevista del 35% nel 2024. A trainare questo trend, una classe media in espansione, una popolazione giovane e tech-savvy e la diffusione del social commerce.

L’inflazione a livello mondiale e gli eventi geopolitici degli ultimi anni hanno alimentato un forte rallentamento economico, mettendo a rischio di crisi finanziaria molte aziende di e-commerce. In controtendenza con l’andamento globale, il settore e-commerce in Vietnam sembra invece ben posizionato e si prevede che continuerà a crescere anche nel 2024, dopo l’ottima performance del 2023.

Un rapporto esaustivo sul mercato retail online del Vietnam condotto da Metric indica che il fatturato delle prime 5 piattaforme di e-commerce del paese - Shopee, Lazada, Tiki, TikTok Shop e Sendo - ha raggiunto nel 2023 i 232,13 trilioni di VND (9,52 miliardi di dollari), segnando un aumento del 53,4% rispetto al 2022. Il rapporto prevede che il fatturato continuerà a crescere anche nel 2024, raggiungendo oltre 310 trilioni di VND (12,72 miliardi di dollari), con un aumento del 35% rispetto al 2023.

Lo sviluppo del commercio elettronico, inoltre, ha superato la vendita al dettaglio tradizionale, come i supermercati e i minimarket. La convenienza degli acquisti online e la possibilità di immagazzinare grandi volumi di merci in magazzini a basso costo, rispetto ai più costosi negozi al dettaglio, hanno fatto sì che la domanda di complessi commerciali in stile big-box rimanesse relativamente bassa. Ciò è stato ulteriormente influenzato dalla mancanza di spazio nelle città vietnamite, che nell’ultimo decennio sono cresciute sia in termini di dimensioni che di popolazione a un ritmo vertiginoso. Ecco perché McKinsey and Company ha previsto che il mercato vietnamita dell’e-commerce potrebbe raggiungere le dimensioni del commercio al dettaglio tradizionale già nel 2025. Una tendenza che non si riscontra in altre parti del mondo.

Il Vietnam, oltretutto, registra la più alta crescita degli acquisti online nel Sud-est asiatico, come risultato di una popolazione giovane, di un’alta penetrazione di Internet e di un aumento dei redditi. La maggior parte della popolazione vietnamita, infatti, ha meno di quarant’anni ed è incredibilmente esperta nell’uso della tecnologia rispetto alla generazione dei propri genitori. Questi precursori della tecnologia digitale sono diventati una forza trainante per il cambiamento del comportamento dei consumatori in Vietnam.

I giovani consumatori stanno anche superando i limiti dell’e-commerce, trovando nuove strade per gli acquisti online. Le pagine Facebook, ad esempio, sono diventate una fonte fondamentale di clienti per le aziende vietnamite. Il tutto è alimentato da un sistema bancario digitale che vede i fondi trasferiti e depositati in tempo reale senza alcun costo. Non sorprende che, grazie ai costi contenuti e alla facilità d’uso, questa forma di shopping online (chiamata anche social commerce) stia rapidamente diventando la norma.

Il rapporto di Metric evidenzia anche diverse tendenze rilevanti per il 2024, per aumentare la competitività e attrarre clienti target nell’ambiente digitale.

Il modello Direct to Consumer (DTC) continuerà ad essere quello più diffuso poiché consente alle imprese di controllare l’intero processo, dalla produzione al marketing, fino alle vendite. Inoltre, i costi intermedi sono notevolmente ridotti, portando a margini di profitto più elevati. Ad esempio, adottando il modello B2B2C (Business to Business to Customer), le imprese dovrebbero allocare il 35-40% del prezzo del prodotto ai distributori. Vendendo direttamente sulle piattaforme di e-commerce, invece, pagano commissioni molto più basse, inferiori al 10%, e l’importo residuo può essere detratto direttamente dal prezzo di vendita o investito nel miglioramento del prodotto.

Nel 2024, inoltre, intelligenza artificiale, apprendimento automatico e analisi dei Big Data continueranno a guadagnare terreno. Queste tecnologie stanno cambiando profondamente il modo in cui si svolgono le vendite e il modo in cui gli utenti fanno acquisti, creando esperienze più raffinate, accurate e sicure. Gli utenti oggi possono vedere pubblicità di prodotti, ricevere aggiornamenti promozionali e ottenere raccomandazioni personalizzate istantanee basate sulla cronologia delle ricerche, delle interazioni e degli acquisti. Mentre l’IA e l’apprendimento automatico vengono principalmente applicati dalle piattaforme di shopping online o dai siti di e-commerce più grandi, i big data possono essere rapidamente implementati anche dalle imprese più piccole. Questo strumento può aiutare i brand ad aumentare il fatturato e la quota di mercato basandosi su dati analitici autentici, specialmente in periodi di mercato impegnativi, permettendo di acquisire una migliore comprensione dei desideri dei consumatori e delle tendenze di mercato, creando così opportunità per compiere passi sicuri, riducendo al minimo i rischi e prendendo decisioni più rapide rispetto ai competitor. I big data, inoltre, aiutano anche ad ottimizzare il trasporto - la logistica, la gestione della catena di approvvigionamento, la R&S e le operazioni aziendali sulle piattaforme.

Un futuro che guarda all’innovazione e alla centralità del cliente, aprendo nuove opportunità per i player del settore.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Digital Export manager
  • Yes Connect
  • CTrade

Hai un progetto Export? Compila il Form

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Exportiamo Academy
  • Esportare in Canada
  • Uffici negli USA
  • Sito Web
  • CTrade
  • Vuoi esportare in sudafrica?