Colombia: Preziosa Come Uno Smeraldo

Colombia: Preziosa Come Uno Smeraldo
Pubblicità
  • Esportare negli USA
  • Esportare in Canada
  • Incoterms 2020 Download

19 Febbraio 2020
Categoria: Focus Paese
Paese:  Colombia

La Colombia è conosciuta per le sue spiagge caraibiche ed i preziosi smeraldi ma è anche un paese ricco di cultura e innovazione, un universo dagli infiniti spunti, una terra in continua evoluzione e piena di opportunità. Conosciamone meglio i suoi molteplici aspetti.

Principali Caratteristiche e Curiosità

La Colombia è una Repubblica nel sud-ovest del continente americano con quasi 50 milioni di abitanti (la più popolata del Sud America dopo il Brasile). Il Paese si trova sia sull’Oceano Pacifico, sia sul Mar dei Caraibi e confina a nord-est con Panama, a est con il Venezuela, a sud-est con il Brasile, a sud con il Perù e con l’Ecuador. Il nome del Paese deriva da quello di Cristoforo Colombo.

La metà occidentale della Colombia è dominata dalle Ande, con numerosi vulcani, alcuni parzialmente attivi. A nord, sulla costa caraibica, si erge El Pico Cristóbal Colón (5775 m), che fa parte dell’Alto Sierra Nevada de Santa Maria, la catena montuosa costiera più alta della terra e allo stesso tempo il punto più alto della Colombia.

La maggior parte della popolazione è concentrata nell’ovest del Paese sulla costa pacifica (regione andina) e nel nord, sulla costa atlantica, mentre il sud-est del paese è scarsamente popolato.

Il clima colombiano varia con l’altitudine e grazie a questa diversità il Paese può produrre una grande varietà di prodotti. Circa 1/5 delle terre coltivate è dedita alla coltivazione estensiva del caffè di cui è il secondo produttore mondiale. Inoltre, la Colombia dispone di notevoli risorse naturali, ed è il primo produttore mondiale di smeraldi. Consistenti anche le riserve di argento, oro, uranio, rame, nichelio e platino. Gli importanti giacimenti di petrolio, di carbone, di gas naturali e la ben sviluppata produzione di energia idroelettrica rendono la Colombia quasi autosufficiente dal punto di vista energetico. L’industria alimentare, del petrolio, tessile, chimica, i prodotti metallici, il cemento, le automobili e le miniere sono le principali industrie della Nazione.

Bogotà è la capitale della Colombia con circa otto milioni di abitanti e si trova ad un’altitudine di 2.640 metri. La città è il centro economico e culturale del Paese e una delle metropoli in più rapida crescita in Sud America. Bogotà si distingue per la sua forza economica e la sua maturità finanziaria, la sua attrattiva per le aziende globali e la qualità del capitale umano. È considerata il cuore finanziario e commerciale della Colombia, con il maggior numero di attività commerciali presenti sul suo territorio.

Apertura Commerciale e Investimenti

La Colombia è strategicamente situata nell’epicentro del continente americano, scenario adeguato allo scambio transfrontaliero di beni e servizi; inoltre, secondo gli ultimi dati diffusi dalla Banca Mondiale “Doing Business 2020”, nel 2019 ha registrato una crescita economica superiore rispetto agli anni precedenti, guidata dai settori finanziario, minerario e agricolo. In materia fiscale, l’introduzione nel 2019 di incentivi per le società appartenenti all’Orange Economy, si sono tradotti in un vantaggio competitivo per gli investimenti nel Paese.

L’indice PMI del settore manifatturiero colombiano è salito a 53,4 punti nel gennaio 2020 da 52,4 del mese precedente. L’ultima lettura ha indicato una maggiore espansione dell’attività produttiva da luglio 2018, infatti la crescita della produzione è aumentata vertiginosamente in 17 mesi e i nuovi ordini sono aumentati ad un ritmo più rapido da agosto 2018. Inoltre, l’indice di creazione di posti di lavoro, è aumentato per sette mesi consecutivi e più velocemente rispetto all’ultimo anno e mezzo.

Il tasso di disoccupazione è sceso dal 9,7% del dicembre 2018 al 9,5% del dicembre 2019. L’economia della Colombia è cresciuta del 2,9% su base annua nel novembre del 2019, rallentando in percentuale da un’espansione del 3,3%. Considerando i primi undici mesi del 2019, l’attività economica è cresciuta del 3,1%.

Rispetto all’indice di competitività globale, nel 2020 la Colombia occupa la 67a posizione su 190 economie per facilità di fare affari, secondo gli ultimi rating annuali della Banca mondiale.

La politica commerciale del Paese è aperta al mondo, infatti la Colombia gode di un’importante rete di accordi commerciali di investimenti internazionali, e di una rete di Double Taxation Agreement (ADT) per evitare l’applicazione di doppie imposizioni sui redditi prodotti.

Rapporti con l’Italia

Italia e Colombia hanno eliminato le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito. La visita ufficiale dello scorso aprile del Presidente del Senato Elisabetta Casellati a Bogotá e Cartagena, dove ha incontrato le più alte cariche istituzionali e governative, ha consolidato e dato nuovo slancio alle relazioni bilaterali tra i due Paesi.

Secondo quanto emerge dai dati di Procolombia, l’Agenzia Governativa per la promozione degli investimenti e delle esportazioni in Colombia, nel 2018 gli investimenti italiani diretti verso il Paese sudamericano sono cresciuti a 115,4 milioni di dollari, con il primo trimestre 2019 che ha registrato un’ulteriore accelerazione del +1,2%; anche le esportazioni totali dalla Colombia all’Italia a luglio 2019 sono salite a 420,4 milioni di dollari, il 74% in più rispetto allo stesso periodo 2018 e nei primi sei mesi del 2019 sono aumentati anche i turisti italiani in Colombia, dell’8,1%.

La presenza italiana in Colombia continua la sua espansione. Il settore alimentare con Ferrero, Barilla, Illy caffè, Lavazza e Segafredo; quello delle grandi costruzioni con Salini-Impregilo, ATB Riva Calzoni; il settore energia con, ENEL (attraverso la società CODENSA), Petreven, SAIPEM e ACEA; quello automobilistico con Fiat/Alfa Romeo, IVECO, Piaggio, Ducati, Maserati, Aprilia e NGV Motori; quello industriale con Trevi, Bticino, De Longhi e farmaceutico con Zambon, Recordati e il Gruppo Menarini; quello dei mobili con Scavolini, Natuzzi e Campo Marzio e il settore abbigliamento e accessori che raggruppa importatori di nomi noti quali Benetton, Diesel, Zegna, Ferragamo, Versace, Bulgari, Emporio Armani, Dolce & Gabbana, Intimissimi, Calzedonia e Replay.

In Quali Settori Investire

Allo scopo di riammodernare e dotare il Paese di un più efficiente sistema di trasporto, il Governo ha portato avanti un ambizioso piano di opere infrastrutturali che vedrà crescere gli investimenti nel settore delle costruzioni.

In Colombia, inoltre, è in atto uno studio sull’alto potenziale di sviluppo di diverse energie rinnovabili e alternative come quella eolica, solare e geotermica, per cui vedremo crescere gli investimenti nel settore dell’Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili).

Anche il settore turistico sta vivendo in Colombia un momento favorevole, grazie al costante sviluppo economico del Paese, alla crescita della classe media, e alle nuove rotte turistiche (sono aumentati i voli diretti verso l’Europa, in particolare verso Spagna, Portogallo e Inghilterra).

Agli italiani che vogliano investire in un Paese strategico come la Colombia, dotata di una politica commerciale aperta, relazioni bilaterali ottime, il futuro promette grandi opportunità. Tuttavia è quasi imprescindibile come del resto in altri Paesi del mondo, studiare molto bene il mercato di riferimento ed il business che si vuole esportare nel Paese, senza affrettarsi in rischiose ed a volte irreversibili decisioni.

Per ulteriori informazioni sul mercato colombiano e su come espandere il proprio business in Sud America è possibile contattare IBS America Latina scrivendo ad Anna Lopane al seguente indirizzo mail: a.lopane@ibsal.com.br oppure chiamando la nostra sede italiana al numero 06-5919749.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Anna Lopane, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Esportare in Brasile