Energie Rinnovabili e Infrastrutture in Brasile: Le Opportunità Presentate al BIFx a Milano

Energie Rinnovabili e Infrastrutture in Brasile: Le Opportunità Presentate al BIFx a Milano
Pubblicità
  • Esportare negli USA
  • Esportare in Canada
  • Incoterms 2020 Download
  • Vuoi esportare in Spagna?

23 Marzo 2022
Categoria: Energia & Ambiente
Paese:  Brasile

Si è svolto lunedì 21 marzo a Milano il Brazil Investment Forum Experience (BIFx), evento internazionale sull’attrazione degli investimenti stranieri in Brasile, organizzato da ApexBrasil, in collaborazione con i partner Intesa Sanpaolo, Promo Brasile Italia e Jenny Avvocati. All’evento hanno partecipato le Autorità brasiliane, il Direttore degli Investimenti di ApexBrasil Adalberto Bueno Netto, manager e investitori italiani.

Durante il forum sono state elencate e approfondite le migliori opportunità di investimento nei settori strategici di energia e infrastrutture e noi di Exportiamo abbiamo preso parte all’evento. Eccone i punti salienti.

La prima tavola rotonda dal titolo “Un nuovo Brasile: Le opportunità dell’ambiente imprenditoriale e finanziario” ha visto protagonisti Bruno Westin, Segretario Speciale del Programma di Partenariato ed Investimenti (PPI) del Ministero dell’Economia e Arian Bechara, Capo dipartimento delle concessioni stradali del BNDES (Banca Nazionale per lo Sviluppo Economico e Sociale).

Durante la tavola rotonda, moderata da Adalberto Bueno Netto, sono stati trattati temi quali le opportunità di investimenti in infrastruttura e il supporto e i meccanismi offerti dal BNDES per agevolare gli investimenti internazionali in larga scala in Brasile. Nello specifico, per incentivare gli investimenti in Brasile sono state semplificate le procedure giuridico-burocratiche per progetti nelle reti ferroviarie e idroviarie. Laddove in precedenza i progetti era elaborati dal potere pubblico e concessi in gare d’appalto al settore privato, adesso è richiesta una semplice autorizzazione, in assenza di concorrenti, con la quale i partner privati possono elaborare autonomamente il progetto accelerando la loro esecuzione.

A confermare ciò sono i dati che attestano come il Brasile nel 2021 si è rivelato una delle prime destinazioni mondiali di investimenti diretti esteri per un valore totale stimato di 50 miliardi di euro. Questa cifra potrà essere incrementata con le nuove opportunità nelle energie rinnovabili che includono la creazione di una capacità eolica di 30GW entro il 2024, un numero destinato a crescere ulteriormente dopo l’assegnazione delle prime aste e l’installazione dei primi parchi eolici offshore. Tale portafoglio di grandi opportunità nel settore dell’energia e delle infrastrutture di trasporto sarà molto interessante per la comunità degli investitori italiani ha commentato Adalberto Bueno Netto, direttore degli investimenti di ApexBrasil.

Nella seconda parte del forum è intervenuto Giacomo Guarnera, socio fondatore di Guarnera Advogados e Presidente di Promo Brasile Italia, illustrando le opportunità per le imprese italiane in Brasile nel settore delle energie rinnovabili con un focus sull’energia eolica, solare fotovoltaica e l’idrogeno verde come vettore energetico. Anche qui sono stati evidenziati, per la fonte energetica fotovoltaica, gli avanzi giuridici sul processo di liberalizzazione dell’energia distribuita.

Successivamente è intervenuto Nicola Cotugno, Country Manager di Enel Brasil, esponendo l’esperienza di Enel nel mercato energetico brasiliano. Nel suo discorso il country manager ha risaltato come le batterie elettriche sono parte complementare delle reti e degli impianti delle energie rinnovabili, tanto eoliche quanto solari fotovoltaiche, per permettere una maggiore flessibilità e un ulteriore rinforzo della rete, facendo fronte ai picchi di potenza e alle oscillazioni dovute alla variabilità del fattore vento e sole. Le batterie sono un asset in rapida evoluzione dal punto di vista dei costi, sempre più competitive in Brasile e si candidano per essere un componente fondamentale per l’ottimizzazione le reti energetiche in Brasile.

Subito dopo Bruno Westin è intervenuto enfatizzando più dettagliatamente le opportunità di investimento in Brasile come la privatizzazione di Electrobras, la più grande utility dell’America Latina il cui valore è stimato intorno ai 12,5 miliardi di euro, gli investimenti sulla generazione e distribuzione di energia elettrica provenienti da fonti rinnovabili come il fotovoltaico, l’eolico onshore e offshore, l’idroelettrico, la termovalorizzazione e l’idrogeno verde.

Inoltre sul fronte infrastrutture per trasporti, nel 2022 saranno rilasciate concessioni per 15 aeroporti gestiti dalla rete Infraero, compresi gli aeroporti di San Paolo-Congonhas, per un totale di investimenti previsti di 1,1 miliardi di euro. Ulteriori concessioni saranno rilasciate per migliaia di chilometri di ferrovie: una di queste sarà il Ferrogrão, rete per trasporto merci con un’estensione di circa 1.000 km dal Mato Grosso fino ai porti di Parà nel nord del paese.

A chiudere il forum gli interventi di Edoardo Gandini di Jenny Avvocati e nuovamente Giacomo Guarnera presentando le dieci regole d’oro per fare business di successo in Brasile e la partecipazione di Nicolò Piazzese di Intesa Sanpaolo Brasil il quale ha mostrato il modello di coverage e l’offerta di prodotti e servizi per la clientela corporate in Brasile.

Il Brasile e l’America Latina presentano delle opportunità interessanti, con un ampio margine di crescita e sviluppo, e vale la pena pensare di espandere il proprio business in questa regione. Per maggiori informazioni su come espandere il tuo business in Brasile, contatta IBS America Latina scrivendo a Diego Altieri, d.altieri@ibsal.com.br, oppure compilando il form su questa pagina.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Diego Altieri, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Vuoi esportare in Spagna?
  • Esportare in Brasile