Segnali di ripresa dal mercato dell’oro Made in Italy

Segnali di ripresa dal mercato dell’oro Made in Italy
Pubblicità
  • Esportare negli USA
  • Esportare in Canada
  • Incoterms 2020 Download

09 Maggio 2017
Categoria: Moda & Accessori

Il mercato dell’oreficeria e gioielleria sta attraversando una fase piuttosto delicata ed al tempo stesso costellata di aspettative. Il 2016 è stato un anno piuttosto deludente per i produttori che hanno visto la domanda globale di oro scendere del 22%.

Secondo le stime Ieg, il fatturato 2016 dell’industria orafa italiana si è fermato a 7,9 miliardi di euro, di cui 6,5 miliardi derivanti dall’export; inoltre la bilancia commerciale è risultata in attivo per 3,5 miliardi di euro.

Il calo generale della domanda di oro può rappresentare un’opportunità per le imprese italiane, poiché trattandosi nella stragrande maggioranza dei casi di aziende di piccole dimensioni non necessitano, al contrario dei competitor turchi e cinesi, di lavorare obbligatoriamente grandi ordini ed ingenti quantitativi.

La tendenza che va diffondendosi, specialmente negli USA, è legata infatti ad ordini così detti “spezzatino”, ossia, come si può dedurre dal termine, frammentari e riguardanti pochissimi pezzi alla volta.

Andrea Boldi, Presidente di Arezzo Fiere e imprenditore orafo, spiega come il settore orafo nostrano debba sfruttare questa caratteristica della domanda, focalizzandosi sulla propria flessibilità così da aumentare la propria forza contrattuale. Per Boldi è concepibile, in questo senso, una vera e propria trasformazione: da semplici fasonisti in brand artigianali con un’offerta creativa.

Per gestire la situazione è necessaria, però una certa organizzazione.

Una certa fiducia traspare dalle parole di Giordana Giordini, Presidente degli Orafi di Confindustria Toscana Sud: “Siamo sempre col fiato sospeso per la volatilità del prezzo dell’oro, il cambio euro-dollaro, l’andamento delle quotazioni del petrolio e l’instabilità generale dei mercati, ma siamo pronti a rimboccarci le maniche e a spingere su creatività e artigianalità”.

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Esportare in Brasile