Esportare in Brasile: gli operatori coinvolti

Esportare in Brasile: gli operatori coinvolti
Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?
  • Esportare negli USA
  • Esportare in Canada
  • Incoterms 2020 Download
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?

19 Luglio 2019
Categoria: Dogane e Supply Chain
Paese:  Brasile

Continuiamo ad approfondire gli aspetti più sensibili ed importanti relativi all’esportazione verso il Brasile. La burocrazia del Paese Sudamericano può essere molto complessa e rigida, per questo è importante fare le scelte giuste, conoscere a fondo tutte le tappe da percorrere e farsi accompagnare da attori specializzati durante tutto il processo.

Vediamo di seguito quali possono essere le prime fasi dell’esportazione e i principali attori coinvolti.

L’imprenditore che decida di esportare i propri prodotti in Brasile dovrà scegliere se optare per un sistema di esportazione diretta o indiretta.

Quali sono le differenze?

La differenza fondamentale è che, nell’esportazione diretta, non vi è alcun intermediario nel processo, cioè la società stessa è responsabile per la vendita all’estero.

L’esportazione indiretta, invece, avviene per l’intermediazione di qualche società professionale. Ci sono alcuni modi per farla, come ad esempio:

• consorzi di esportatori;

• società commerciali (solo esportatori o che agiscono anche nel mercato interno);

• società commerciali (società specializzate in operazioni di esportazione e importazione). Questi sono i modi principali per vendere qualcosa all’estero quando la società produttrice non vuole preoccuparsi della burocrazia legata al commercio internazionale.

Esportazione diretta L’esportazione diretta offre alcuni vantaggi, tra i quali:

Riduzione dei costi, in cui tutte le procedure possono essere eseguite dall’azienda stessa, dispensando il contratto di un servizio aggiuntivo;

Pieno controllo sui prodotti, consentendo all’azienda di definire tutte le strategie di vendita, distribuzione, marketing, immagine del prodotto nel mercato esterno, tra gli altri aspetti;

Maggiore possibilità di feedback sulla presenza del prodotto/marchio all’estero che può servire come base per un eventuale riposizionamento.

Requisiti e svantaggi

Per effettuare l’esportazione diretta, la società deve essere registrata nel sistema computerizzato del commercio estero, SISCOMEX, sistema creato dal Segretariato del Commercio Estero, organo del Ministero dell’Industria, del commercio e del turismo.

Oltre al Ministero, altre istituzioni agiscono nei processi di esportazione, tra cui:

- la Receita Federal, organo deputato al controllo fiscale;

- la Fiesp, che effettua l’emissione di certificati di origine per l’esportazione;

- il Banco do Brasil, che analizza gli ordini;

- il Banco Central, che si occupa del controllo dei cambi.

Anche se l’esportazione diretta può sembrare a primo impatto la soluzione più ovvia da intraprendere, è anche vero che presenta alcuni svantaggi. In primis: l’implementazione di un dipartimento del commercio estero dedicato. Ciò dipenderà anche da diversi fattori, come ad esempio:

• dimensione dell’azienda;

• valori economici dell’esportazione;

• struttura disponibile per seguire tutti i processi e la documentazione;

• distribuzione;

• sviluppo di strategie di marketing e di vendita;

• punti di forza dell’azienda di fronte alle sfide internazionali.

Esportazione indiretta

Come spiegato più sopra, l’esportazione può avvenire attraverso diversi intermediari. Il sistema più frequentemente scelto dagli esportatori che decidono di sbarcare in Brasile è quello delle Trading Company.

In realtà in Brasile esiste una differenza tra l’impresa commerciale esportatrice (ECE - empresa comercial exportadora) e una trading company. Entrambe si collocano come intermediari nella vendita di prodotti provenienti da paesi terzi. Mentre la prima non ha obbligo di capitale minimo ed è libera di scegliere la forma societaria più conveniente, la seconda è di solito una grande società internazionale che opera anche in più Paesi. Ciò che fondamentalmente le differenzia è il possesso per la seconda di un certificato di registrazione speciale (Certificado de Registro Especial), che può essere richiesto solo da società per azioni (in Brasile S/A - sociedade anônima).

I vantaggi dell’affidarsi a una trading company:

Miglior supporto durante tutto il processo, in quanto l’azienda aiuterà le richieste dei clienti in merito a varietà di prodotto, controllo di qualità, liquidazione, esportazione del carico, quantità minima e altro;

Miglior modo di comunicare, poiché la società commerciale conta su dipendenti che dominano la lingua madre, oltre ad essere ben informati sulle caratteristiche culturali che hanno un grande impatto su una negoziazione;

Maggiore varietà di articoli, poiché hanno una rete di contatti con i fornitori;

Capacità di richiedere un numero inferiore di articoli, poiché trattano contemporaneamente diversi clienti dello stesso settore, potendo avere maggiore potere contrattuale nella negoziazione diretta con i fornitori;

Disponibilità di servizi per l’ispezione della produzione e la pre-spedizione, oltre all’assicurazione internazionale e ai contratti di trasporto. Tutto ciò riduce le possibilità che il cliente perda l’interesse principale dell’azienda, oltre a ridurre le ricerche che sono al di fuori della loro esperienza o conoscenza;

Possibilità di preparare una sola spedizione agglomerando le merci dei diversi fornitori. Oltre a semplificare il processo del commercio estero, questo riduce anche le spese di liquidazione, tassi di cambio di chiusura e altri costi doganali in Brasile.

Inoltre, dopo aver acquisito i prodotti, tutte le attività che fanno parte di questa operazione, compresi i rischi del commercio internazionale, sono di intera responsabilità delle trading company. Queste imprese promuovono autonomamente l’intero processo di esportazione e sono anche responsabili delle difficoltà che possono sorgere in merito alle differenze di lingua, dogana, legislazione, trasporti e forme di pagamento.

Per ulteriori informazioni sul mercato brasiliano e su come espandere il proprio business in Brasile è possibile contattare IBS America Latina scrivendo a info@ibsal.com.br oppure chiamando la nostra sede italiana al numero 06-5919749.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Laura Ferrara, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Esportare negli USA
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Simest - Ibs italia
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Digital Transformation
  • Esportare in Brasile