SIMEST: dal 3 Giugno Ritornano i Finanziamenti Agevolati per l'Internazionalizzazione

SIMEST: dal 3 Giugno Ritornano i Finanziamenti Agevolati per l'Internazionalizzazione
Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?
  • Incoterms 2020 Download

21 Maggio 2021
Categoria: Finanziamenti, Incentivi ed Assicurazioni

Riaprirà il 3 giugno lo sportello per presentare la domanda di accesso ai finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione concessi da SIMEST. Ecco quali sono le misure finanziabili e cosa cambia rispetto allo scorso anno.

Il Consiglio dei ministri ha approvato ieri il decreto per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali, il cosiddetto Sostegni bis.

Il decreto prevede, per il 2021, uno stanziamento complessivo di 1,6 miliardi di euro per le misure di sostegno all’export e all’internazionalizzazione, di cui 1,2 miliardi a valere sul Fondo rotativo 394/81 gestito da SIMEST - che eroga finanziamenti a tasso agevolato volti a sostenere progetti di internazionalizzazione - e 400 milioni sul Fondo per la promozione integrata per il co-finanziamento della relativa quota a fondo perduto.

Il Fondo 394 è stato uno degli strumenti più importanti per la tenuta delle imprese durante la pandemia: tra semplificazioni, ampliamenti degli interventi e dei soggetti finanziabili e soprattutto grazie all’introduzione di una quota a fondo perduto pari al 40%, lo scorso anno ha registrato un successo senza precedenti, tanto che ad ottobre, dopo solo due settimane dall’apertura dello sportello, SIMEST ha dovuto bloccare le domande per l’esaurimento delle risorse.

Cosa cambia con il nuovo decreto?

Tra le principali novità introdotte dal decreto si segnalano:

  • la riduzione della quota a fondo perduto che passa dal 40 al 10%, anche se fino al 31 dicembre 2021 sarà in vigore un regime transitorio che eleva la quota al 25%. Il cofinanziamento a fondo perduto verrà concesso come incentivo da riconoscere a fronte di iniziative caratterizzate da specifiche finalità o in settori o aree geografiche ritenuti prioritari dal Comitato agevolazioni; 
  • l’eliminazione della quota a fondo perduto per la misura patrimonializzazione.

Cosa rimane invariato?

Per il resto vengono riconfermati tutti gli altri vantaggi offerti dai finanziamenti SIMEST, ovvero:

  • l’esenzione dalla prestazione di garanzie;
  • la possibilità di presentare domanda anche per progetti all’interno della UE;
  • il fatto che il finanziamento NON compare in centrale rischi;
  • la possibilità di godere di un periodo di pre-ammortamento di uno o due anni a seconda dello strumento utilizzato e di restituire poi il prestito ad un tasso pari allo 0,05%;
  • l’erogazione del 50% dell’importo in anticipo senza dover sostenere preventivamente i costi.

I sette finanziamenti di SIMEST

Con i finanziamenti per l’internazionalizzazione di SIMEST l’impresa può coprire le spese per:

PATRIMONIALIZZAZIONE

Il finanziamento è finalizzato al miglioramento o mantenimento del livello di solidità patrimoniale (rapporto patrimonio netto / attività immobilizzate nette.

Importo massimo finanziabile: € 800.000 fino al 40% del patrimonio netto dell’impresa.

Durata del finanziamento: 6 anni, di cui 2 di preammortamento.

PARTECIPARE A FIERE INTERNAZIONALI

Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate per la partecipazione a fiere internazionali, fino a un massimo del 15% dei ricavi dell’ultimo esercizio. Sono finanziabili anche le spese sostenute per la partecipazione a fiere internazionali in Italia.

Importo massimo finanziabile: € 150.000.

Durata del finanziamento: 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento.

INSERIMENTO MERCATI ESTERI

Permette di aprire uffici, show room, negozi, corner, centri di assistenza post vendita in un Paese estero e di coprire le relative attività promozionali. È possibile finanziare un magazzino o un centro di assistenza post vendita anche in Italia se accessori al programma di internazionalizzazione.

Importo massimo finanziabile: può raggiungere il 100% del totale preventivato e non può superare il 25% del fatturato medio dell’ultimo biennio, da un minimo di 50 mila euro fino a 4 milioni di euro.

Durata del finanziamento: 6 anni, di cui 2 di preammortamento.

TEMPORARY EXPORT MANAGER

Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate per attività di consulenza da parte di un TEM, fino a un massimo del 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

Importo massimo finanziabile: € 150.000. Importo minimo finanziabile: € 25.000.

Durata del finanziamento: 4 anni di cui 2 di pre-ammortamento.

E-COMMERCE

Questo strumento finanzia lo sviluppo di soluzioni di e-commerce in Paesi esteri attraverso l’utilizzo di un marketplace o la realizzazione di una piattaforma informatica sviluppata in proprio per la diffusione di beni e/o servizi prodotti in Italia o distribuiti con marchio italiano.

Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

Importo massimo finanziabile: € 450.000 per la realizzazione di una piattaforma propria e di 300.000 euro per l’utilizzo di un marketplace fornito da soggetti terzi. Importo minimo finanziabile: € 25.000 in entrambi i casi.

Durata del finanziamento: 4 anni di cui 1 di pre-ammortamento.

STUDI DI FATTIBILITÀ

Finanzia studi di fattibilità finalizzati a valutare l’opportunità di effettuare un investimento commerciale o produttivo in Paesi esteri.

Il finanziamento può coprire fino al 100% dell’importo delle spese preventivate, fino al 15% del fatturato medio dell’ultimo biennio.

Importo massimo finanziabile: € 200.000 per studi collegati a investimenti commerciali e € 350.000 per studi collegati a investimenti produttivi.

Durata del finanziamento: 4 anni, di cui 12 mesi di preammortamento.

PROGRAMMI DI ASSISTENZA TECNICA

Con questo strumento è possibile finanziare:

  • la formazione del personale in loco nelle tue iniziative di investimento in Paesi esteri. La formazione deve essere effettuata dopo la realizzazione dell’investimento, che non deve essere antecedente di 12 mesi alla data di presentazione della domanda;
  • l’assistenza post vendita collegata a un contratto di fornitura.

Il finanziamento può coprire fino al 100% dell’importo delle spese preventivate, fino al 15% dei ricavi medi dell’ultimo biennio.

Importo massimo finanziabile: € 300.000 per assistenza tecnica destinata alla formazione del personale in loco; € 100.000 per assistenza tecnica post vendita collegata a un contratto di fornitura.

Durata del finanziamento: 4 anni, di cui 12 mesi di preammortamento.

In questi mesi di difficoltà abbiamo aiutato e affiancato molte realtà italiane ad accedere alla misura più adatta al raggiungimento dei loro obiettivi di export. Se desideri ulteriori informazioni o hai bisogno di assistenza per presentare la domanda contattaci compilando il form su questa pagina oppure chiamaci allo 065919749.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • Master Digital Export Manager
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile