Cometica Made in Italy: Riviste le Sime di Crescita per il 2022 e il 2023

Cometica Made in Italy: Riviste le Sime di Crescita per il 2022 e il 2023

29 Agosto 2022 Categoria: Health & Care

Dopo un 2021 positivo per la cosmetica Made in Italy, l’associazione di categoria Cosmetica Italia ha rivisto le stime di crescita per l’anno in corso e per il 2023 a causa delle attuali difficoltà rilevate dalla supplychain e delle implicazioni che la guerra in Ucraina riflette a livello globale. 

Per la filiera del beauty Il 2021 si è concluso per la filiera del beauty con un valore di circa 17 miliardi di Euro, in crescita del +9,6% in più rispetto al 2020 (-0,3% rispetto ai livelli pre-crisi), Cosmetica Italia ha rivisto le previsioni di crescita per il comparto del beauty italiano a seguito delle tensioni e della crisi che si sta diffondendo a livello mondiale, portando le stime di crescita del fatturato per l’anno in corso a un +2,3% e per il 2023 a un +3,3%, mentre le stime per le vendite estere si attestano al +3% per il 2022 e al +4,5% per il 2023. Da sottolineare comunque che, nonostante il ribasso delle previsioni di crescita, le previsioni vedono già per quest’anno il comparto il ritorno ai livello pre-pandemia.

“Mai come in questo momento le trasformazioni socio-economiche che caratterizzano non solo il nostro Paese ma l’intera comunità mondiale, condizionano le valutazioni per comprendere le dinamiche a cavallo tra il 2021 e il 2022 e le prospettive e difficoltà nel medio-lungo periodo – commenta Renato Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia, nella presentazione del 54° Rapporto Annuale del settore -. Infatti, oltre ai negativi effetti del prolungamento del confitto Russia-Ucraina, le forti tensioni sulle materie prime, sulla difficoltà di approvvigionamento e sui relativi rincari, unitamente alla pressione sempre più elevata dei costi energetici, hanno avuto un impatto evidente su tutta l’industria manifatturiera e il comparto cosmetico non resta indifferente”.

Il principale fattore che pesa sulle imprese del comparto è l’impennata dei costi: si attesta su un +18% l’aumento per materie prime e packaging, mentre è supera di poco il +11% il rincaro derivante dalla trasformazione e produzione di cosmetici. Per le imprese con orientamento commerciale-distributivo, invece, si prevede un aumento dei costi di logistica pari al 10%. Gli aumneit dell’energia riguardano invece tutte le tipologie di aziende cosmetiche e superano il +35% di costi.

“Se la precedente elaborazione del Rapporto Annuale ha raccontato gli effetti negativi della pandemia da Covid-19 – continua Ancorotti -, il documento di quest’anno evidenzia la pronta crescita sia della industria che del mercato cosmetico con andamenti congiunturalmente in ripresa, se non addirittura in recupero, rispetto ai profondi mutamenti avvenuti nel 2020. I valori del 2021, nonostante le tensioni che si sono iniziate a registrare a fine anno, e che condizionano sicuramente i trend del 2022, confermano la salute di un comparto che ha ribadito la sua capacità non solo di resilienza alla crisi economica, ma soprattutto di reattività e di adeguamento alle nuove prospettive di acquisto da parte dei consumatori sia italiani che esteri. Non va negato, però, che le incertezze individuate impongono molta cautela nella definizione delle prospettive future. Pure nell’incertezza dello scenario di riferimento e nonostante i profondi cambiamenti che hanno condizionato le abitudini di acquisto, le industrie cosmetiche hanno posto in essere una serie di correttivi e di iniziative che da un lato consentono di intercettare le nuove tendenze di consumo e dall’altro fanno fronte alle difficoltà congiunturali a conferma del valore di un comparto che continua a investire in innovazione”.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Digital Export manager
  • Missione Commerciale in Sud Africa
  • Yes Connect
  • CTrade

Hai un progetto Export? Compila il Form

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • Exportiamo Academy
  • Esportare in Canada
  • Uffici negli USA
  • Missione Commerciale in Sud Africa
  • CTrade
  • Vuoi esportare in sudafrica?