Marchi +3: il MISE rifinanzia il bando

Marchi +3: il MISE rifinanzia il bando
Pubblicità
Medium Rectangle - 300 x 250 pixel

07 Dicembre 2018
Categoria: Finanziamenti, Incentivi ed Assicurazioni

Con l’avviso pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 3 dicembre 2018, il MISE ha annunciato la riapertura del bando Marchi +3 sospeso dal 3 maggio scorso per esaurimento delle risorse stanziate.

Proprio il successo riscontrato dall’iniziativa ha spinto il Ministero a rifinanziare il programma nella misura di 2 milioni di euro.

Le misure oggetto del bando

Al fine di tutelare i marchi di micro, piccole e medie imprese che operano all’estero, la Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione – UIBM del Ministero dello Sviluppo Economico e Unioncamere hanno previsto un programma di agevolazione per la registrazione di marchi.

Precisamente, si tratta di un contributo a fondo perduto concesso fino all’80% delle spese ammissibili sostenute, con importi variabili in base alla misura e a seconda del Paese di designazione, fino ad un massimo di 20mila euro per impresa.

Le misure in esame sono due e coprono spese diverse.

La misura A favorisce la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso l’EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) e riguarda le seguenti spese:

  • progettazione del marchio;
  • assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale, da un avvocato, o da un centro PATLIB;
  • ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare;
  • assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta ad opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione effettuata;
  • tasse di deposito presso l’EUIPO.

La misura B è invece dedicata ai marchi internazionali poiché ne favorisce la registrazione presso l’OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) e riguarda le seguenti spese:

  • progettazione del marchio nazionale/EUIPO utilizzato come base per la domanda internazionale;
  • assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale o da un avvocato o da un centro PATLIB;
  • ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare;
  • assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione effettuata da un consulente in proprietà industriale o da un avvocato;
  • tasse sostenute presso l’UIBM o l’EUIPO, e presso l’OMPI, per la registrazione internazionale.

Il bando prevede la possibilità di cumulare le agevolazioni previste per le misure A e B.

Beneficiari

Le agevolazioni possono essere richieste da micro, piccole e medie imprese che:

  • hanno sede legale e operativa in Italia;
  • sono titolari del/i marchio/i oggetto dell’istanza;
  • hanno già ottenuto la pubblicazione della domanda di registrazione sul Bollettino dell’EUIPO per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI per la Misura B e ottemperato al pagamento delle relative tasse di deposito.

Modalità di presentazione della domanda

Il form online per la presentazione delle domande sarà disponibile a partire dalle ore 9:00 dell’11 dicembre 2018 sui seguenti siti: Ufficio Italiano Brevetti e Marchi e Unione Nazionale delle Camere di Commercio. 

Per ottenere ulteriori informazioni o ricevere assistenza per la presentazione della domanda, compila questo form oppure contattaci scrivendo all’indirizzo redazione@exportiamo.it o chiamando al numero 06 59 19 749.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Leaderboard - 728 x 90 pixel