Emilia Romagna: Torna il Bando Digital Export

Emilia Romagna: Torna il Bando Digital Export
Pubblicità
  • Esportare negli USA
  • Esportare in Canada
  • Incoterms 2020 Download

14 Febbraio 2022
Categoria: Finanziamenti, Incentivi ed Assicurazioni

Digitale ed export sono i due pilastri su cui le imprese stanno puntando per recuperare sui mercati esteri il terreno perduto a causa della pandemia e della crisi dei consumi interni. Per questo, la Regione Emilia-Romagna e Unioncamere, in continuità con analoghe iniziative del 2020 e del 2021, hanno approvato un bando congiunto, ‘Digital Export- anno 2022’, con l’obiettivo di incrementare la consapevolezza e l’utilizzo delle possibili soluzioni e strumenti offerti dal digitale a sostegno dell’export e rafforzare quindi la capacità delle imprese a operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità nelle aree già coperte e nella ricerca di nuovi mercati.

Il bando stanzia contributi a fondo perduto per le imprese (micro, piccole e medie) per oltre 2,1 milioni di euro.

Beneficiari

Il bando è rivolto a imprese manifatturiere esportatrici e non esportatrici, aventi sede legale e/o sede operativa attiva in Emilia-Romagna con un fatturato minimo di 500 mila euro, così come desunto dall’ultimo bilancio disponibile.

Tipo di agevolazione

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto. Il contributo minimo sarà di 5 mila euro (a fronte di spese complessive per 10 mila euro), quello massimo ammonterà a 15 mila euro (a fronte di spese complessive di 30 mila euro). L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese ammissibili.

Ambiti di attività

Possono essere finanziati progetti presentati da singole imprese, articolati in almeno 2 ambiti di attività tra quelli sotto elencati:

a) Temporary Export Manager e Digital Export Manager: sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo in impresa di Temporary Export Manager (TEM) e Digital Export Manager (DEM) in affiancamento al personale aziendale;

b) CERTIFICAZIONI: percorso finalizzato all’ottenimento o rinnovo delle certificazioni aziendali indispensabili per rispondere alle richieste dei mercati esteri obiettivo del progetto in termini di qualità, salute, ambiente, sicurezza, ecc;

c) B2B e B2C: realizzazione di incontri in presenza o virtuali a distanza, con operatori dei Paesi esteri target individuati nel progetto in Italia o all’estero;

d) FIERE E CONVEGNI: partecipazione a fiere a carattere internazionale o convegni specialistici internazionali con finalità commerciale in modalità virtuale o in presenza in Italia o all’estero;

e) MARKETING DIGITALE: realizzazione di attività di promozione attraverso uno o più canali digitali: posizionamento sui motori di ricerca, vetrine digitali, social media marketing (incluse campagne attraverso influencer), digital advertising (incluse sponsorizzazioni durante un evento), SEO (Search Engine Optimization), SEM (Search Engine Marketing), DEM (direct E-mail Marketing).

f) BUSINESS ON LINE: avvio e sviluppo della gestione di business on line, attraverso l’utilizzo e il corretto posizionamento su piattaforme; realizzazione di landing page in lingua;

g) SITO WEB AZIENDALE: traduzione in lingua straniera dei contenuti del sito internet dell’impresa, ai fini dello sviluppo di attività di promozione a distanza;

h) MATERIALE PROMOZIONALI: potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera, compresa la progettazione, predisposizione, revisione, traduzione dei cataloghi/ brochure/presentazioni aziendali – ad esclusione della stampa dei suddetti materiali.

Spese ammissibili

Sono ammissibili esclusivamente le spese strettamente necessarie per la realizzazione del progetto di internazionalizzazione proposto e debitamente documentate per:

a) servizi di consulenza relativi a uno o più ambiti di attività tra quelli sopra elencati;

b) quote di adesione ai vari servizi delle piattaforme convegnistiche digitali e incontri d’affari;

c) partecipazione a convegni specialistici internazionali e a fiere a carattere internazionale in qualità di espositori in presenza o virtuali. Nel caso di convegni e fiere in presenza sono ammessi i seguenti costi: affitto spazi e sale, allestimento (incluse le spese di progettazione degli stand), trasporto merci in esposizione (spese di spedizione del campionario) e assicurazione delle stesse, ingaggio di hostess/interpreti. Nel caso di convegni e fiere virtuali sono ammessi i seguenti costi: iscrizione al convegno e/o alla fiera e ai relativi servizi, consulenze in campo digitale, hosting, sviluppo piattaforme per la virtualizzazione, produzione di contenuti digitali, accordi onerosi con media partners (es.: pacchetto “media fee” per la pubblicazione dei dati dell’espositore nei media elettronici e in altri media insieme all’uso della pagina Internet della manifestazione), adesione ai vari servizi delle piattaforme fieristiche/convegnistiche digitali, realizzazione di spazi espositivi virtuali;

d) partecipazione a incontri B2B/B2C fisici o virtuali. Sono ammesse le spese vive di viaggio, vitto e alloggio dei rappresentanti degli operatori esteri invitati e il costo della piattaforma web che ospita l’evento virtuale, spese per servizi e consulenze esterne per l’organizzazione di incontri d’affari e ricerca partner.

e) consulenze finalizzate all’ottenimento delle certificazioni aziendali indispensabili per rispondere alle richieste dei mercati esteri obiettivo del progetto in termini di qualità, salute, ambiente, sicurezza;

f) attività di marketing digitale: campagne di promozione tramite Google Ads e social network; ottimizzazione SEO del sito web; iscrizione /abbonamento ad un portale dedicato al settore di riferimento, specializzato in diffusione e pubblicità; promozione e/o sponsorizzazione in lingua durante un evento.

g) promozione attraverso i materiali promozionali (esclusa la stampa). Le spese per la realizzazione di video aziendali sono ammesse se l’attività è realizzata in lingua estera e se è coerente con i paesi target individuati.

Presentazione delle domande

Le richieste di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di InfoCamere – Servizi e-gov dalle ore 9 del 10 febbraio alle ore 14 del 1° marzo 2022.

La procedura di selezione dei progetti proposti sarà valutativa a graduatoria secondo il punteggio assegnato.

Se desideri ricevere maggiori informazioni o assistenza nella compilazione della domanda, oppure sei alla ricerca di un TEM o Digital TEM, compila questo form o chiama al numero 06 5919749.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Esportare in Brasile