Nutraceutica in Medio Oriente: Opportunità per l'Export Made in Italy

Nutraceutica in Medio Oriente: Opportunità per l'Export Made in Italy
Pubblicità
  • Sei in regola con la FDA?
  • Incoterms 2020 Download
  • Risk Map SACE 2021
  • HongKong

01 Aprile 2021
Categoria: Health & Care
Paese:  Giordania

Grande successo per il Workshop sulla Nutraceutica in Medio Oriente, che ICE Agenzia, in collaborazione con FEDERSALUS, ha organizzato ieri 31 marzo 2021, nell’ambito delle iniziative a supporto del settore della Nutraceutica e degli Integratori Alimentari Made in Italy.

L’evento in modalità digitale, che si è svolto sulla piattaforma SMART365 di ICE AGENZIA, ha visto la partecipazione di 20 aziende italiane produttrici ed altrettanti operatori esteri di diversi paesi dell’area Mediorientale, in particolare Libano, Arabia Saudita, Giordania e Palestina.

L’iniziativa è stata pianificata con il proposito di presentare la Nutraceutica Made in Italy in un’area geografica caratterizzata da una crescente domanda di integratori alimentari per agevolare l’avvio di possibili rapporti di collaborazione industriale e accordi di natura commerciale con operatori del sistema distributivo esteri.

Il settore degli integratori alimentari ha registrato negli ultimi anni una crescente e diffusa attenzione, sia nei mercati maturi che nei mercati in via di sviluppo, in risposta ad una crescente ricerca di una migliore qualità vita, a specifiche e sempre più evolute esigenze di salute e benessere nonché di prevenzione dei fattori di rischio di malattia. La nutraceutica, disciplina relativamente nuova che nasce dalla fusione tra “nutrizione” e “farmaceutica”, raggruppa infatti tutti quei prodotti alimentari che oltre a nutrire hanno effetti benefici sulla salute, e quindi, oltre alla frutta e alla verdura, comprende anche prodotti come gli integratori alimentari e i concentrati di proteine.

La risposta delle industrie alimentari e farmaceutiche alla nuova domanda di salute non si è fatta attendere, con l’offerta di sempre nuovi prodotti e tecnologie. Le aziende italiane guidano il mercato europeo puntando su innovazione e ricerca: si va dalle gocce per prevenire il raffreddore a creme o integratori per i dolori della muscolatura a prodotti naturali per favorire il sonno.

L’industria nutraceutica in Italia si è affermata in pochi anni come un’altra eccellenza del Made in Italy e il settore muove un notevole giro d’affari: i soli integratori alimentari a fine 2019 hanno rappresentato 3,6 miliardi di euro come valore di prezzi al pubblico, il più alto in Europa - con una quota circa del 25% rispetto al totale del mercato europeo - ed al secondo posto nel mondo dopo gli Stati Uniti.

E’ importante sottolineare che queste aziende devono rispettare precisi criteri e protocolli tecnici e scientifici nella formulazione e nelle analisi dei prodotti, specifiche norme di fabbricazione, criteri coerenti di valutazione dell’efficacia e regole sulla comunicazione agli operatori professionali e ai consumatori finali. Inoltre, l’emergenza Covid-19 sta anche facendo crescere la richiesta di prodotti che rafforzino le difese immunitarie.

La produzione di integratori è realizzata principalmente da aziende di produzione in conto terzi, ubicate prevalentemente in Italia. Al riguardo, si registra una dinamica positiva anche a livello occupazionale, con oltre 11.500 addetti.

Il settore è in piena ascesa e le opportunità, dunque, non mancano. 

Per ogni approfondimento sulle opportunità del mercato giordano, iracheno e palestinese, è possibile contattare l’ufficio ICE di AMMAN all’indirizzo amman@ice.it

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • hong kong
  • Esportare in Canada
  • HongKong- Innovative
  • Sito Web
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile