Farmaceutica Made in Italy: un Settore Votato all’Export

Farmaceutica Made in Italy: un Settore Votato all’Export
Pubblicità
  • Incoterms 2020 Download
  • Germania

26 Ottobre 2021
Categoria: Health & Care

La farmaceutica è uno dei settori in cui il nostro Paese gode di una maggiore competitività e solidità a livello internazionale e che, anche nel contesto della pandemia, ha continuato a registrare una dinamica espansiva e prospettive positive di crescita.

La crisi generata dalla pandemia Covid-19 ha posto il settore farmaceutico, responsabile dello sviluppo, produzione e commercializzazione di farmaci, al centro dell’attenzione internazionale. Il comparto è stato infatti favorito dall’emergenza sanitaria, che ne ha prodotto una crescita dei ricavi seguita da un miglioramento degli indici di redditività e da conti più solidi.

L’Italia può vantare una posizione di leadership a livello europeo, grazie anche ad una tecnologia di settore molto avanzata e a un buon livello di innovazione.

L’evoluzione della farmaceutica è stata caratterizzata da importanti investimenti delle aziende e da un incremento dell’export che ha registrato negli ultimi anni, rispetto alla media europea, una crescita superiore in valore, nonché un aumento stesso del valore medio superiore rispetto agli stessi partner europei: +74% tra il 2015 e il 2020, rispetto al 48% della media Ue. 

La farmaceutica inoltre, se confrontata con altre aree industriali, presenta degli indici di competitività più alti rispetto ad elementi quali ad esempio gli investimenti per addetto, nonché una marcata propensione all’export (+246%).

In accordo con i dati del commercio estero, il settore ha contribuito in maniera determinante alla ripresa delle esportazioni italiane di beni sin dal 2010. Tra il 2008 e il 2017 il settore si è classificato come l’unico ad aver incrementato le proprie quote di mercato a livello internazionale (+0,6%) e nel 2018 ha raggiunto un importante risultato, contando per il 5,6% del totale delle esportazioni nazionali. Nell’ultimo biennio, la crescita dell’export, ha portato un ulteriore aumento della produzione e si prevede dinamica espansiva delle esportazioni per tutto il 2020 e 2021.

I principali interscambi commerciali sono mantenuti dall’Italia con i paesi membri dell’Unione Europea, che costituiscono circa il 57% del nostro export e il 70% dell’import, mentre, gli Stati Uniti (18% dell’export e 14% dell’import) rappresentano il principale partner commerciale extra-UE

La forte internazionalizzazione dell’industria farmaceutica italiana è testimoniata dall’elevata presenza di imprese a capitale estero: nello specifico, il nostro è il primo tra i maggiori paesi europei per la presenza di imprese farmaceutiche a capitale statunitense e tedesco, che rimandano agli Stati Uniti e alla Germania come i principali mercati di destinazione delle vendite estere di settore. Da tenere in considerazione anche la posizione del Belgio, che si distingue per essere un importante centro logistico europeo per la distribuzione di prodotti farmaceutici nel resto del mondo.

In particolare, gli Stati Uniti sono il maggiore mercato farmaceutico del mondo, caratterizzato da una spesa pro capite elevata che riflette sia gli alti livelli di consumo di medicinali sia una spiccata preferenza per prodotti innovativi di marca. Le nostre vendite verso Washington hanno registrato, a eccezione del 2018, una crescita a doppia cifra negli ultimi anni, con un dato che è rimasto in positivo anche nei primi otto mesi del 2020 (+5,9% rispetto a gennaio-agosto 2019). Si segnala che circa la metà di questo export è da ascriversi a flussi generati da imprese italiane affiliate a multinazionali americane, che dominano il mercato farmaceutico globale.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Simest
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Ecwid
  • Germania
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile