Lombardia, Nigeria e Kenya. Un “triangolo” un po’ anomalo ma che, almeno commercialmente, sta dando i suoi frutti. E’ stato infatti di oltre 400 milioni di euro il valore dell’interscambio intrattenuto dalla regione del nord Italia con i due Paesi africani nel 2015. Va rilevato che Milano la fa padrona essendo protagonista del 73% degli scambi realizzati con la Nigeria e di oltre il 50% di quelli conclusi con il Kenya.

Nello specifico la regione più popolosa d’Italia ha acquistato da Lagos e Nairobi specialmente prodotti tessili, abbigliamento, pelle ed accessori (78 milioni di euro su circa 91 di import totale) mentre ha esportato verso il Continente Nero soprattutto macchinari (138 milioni di euro) e prodotti chimici (37 milioni).

Non solo la Lombardia ma anche l’esecutivo italiano sembra intravedere in Africa rilevanti occasioni di business e non è un caso che lo scorso gennaio il premier Renzi si sia personalmente recato in visita in Nigeria, Ghana e Senegal mentre nei due anni precedenti si era già recato in altri 5 Paesi africani: Angola, Mozambico, Congo-Brazzaville, Kenya ed Etiopia.

“Una destinazione strategica, non solo industriale ma anche culturale”, questo il pensiero del Presidente del Consiglio che in passato si è spinto a definire l’intensificarsi dei rapporti con i Paesi africani come “la nostra più grande occasione”.

Pubblicità
  • Digital Export manager
  • Missione Commerciale in Sud Africa
  • Yes Connect
  • CTrade

Hai un progetto Export? Compila il Form

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • Exportiamo Academy
  • Esportare in Canada
  • Uffici negli USA
  • Missione Commerciale in Sud Africa
  • CTrade
  • Vuoi esportare in sudafrica?