Wisconsin: fra birra, festival e motori crescono le opportunità

Wisconsin: fra birra, festival e motori crescono le opportunità
Pubblicità
  • Incoterms 2020 Download
  • Germania

05 Settembre 2016
Categoria: Focus Paese
Paese:  USA

Il Wisconsin è uno Stato degli USA posizionato nel nord del territorio a stelle e strisce e più precisamente all’interno della regione dei Grandi Laghi, uno dei più grandi bacini d’acqua dolce del mondo posto al confine fra gli States ed il Canada. Lo Stato è, a livello federale, il 20esimo per estensione territoriale, il 23esimo per numero di abitanti (circa 5,8 milioni) ed ha rappresentato, nel 2015, la ventesima forza economica statunitense producendo oltre 300 miliardi di dollari di PIL.

Il nome dello Stato è il risultato delle influenze anglofone e francesi subite da un termine indiano il cui significato originario è “luogo in cui viviamo”. Il Wisconsin confina con quattro Stati: Michigan, Iowa, Minnesota e Illinois ed, essendo posizionato nella parte settentrionale della federazione, è caratterizzato da un clima che presenta inverni rigidi e asciutti ed estati più miti ma assai umide e piovose tanto che circa i 2/3 delle precipitazioni complessive nello Stato si verificano nel periodo compreso fra giugno e settembre.

Lo sviluppo dello Stato è storicamente connesso con lo sfruttamento delle risorse del suo sottosuolo (vi è una significativa presenza di miniere di piombo sul territorio nazionale) che, a partire dalla seconda metà del 19° secolo, hanno attratto molti emigranti in cerca di occupazione. I flussi migratori, inoltre, hanno pian piano modificato il regime alimentare della popolazione locale introducendo l’abitudine a consumare significative quantità di burro, birra e prodotti caseari.

L’economia dello Stato si basa alcune industrie chiave fra cui food processing, meccanica, industria cartaria, metallurgia ed industria mineraria ma un ruolo di rilievo è svolto anche da allevamento e settore agricolo (si riscontra una massiccia produzione di formaggi, latticini, verdure, cereali e mirtilli). Va poi rimarcata la centralità assunta dal settore turistico: le bellezze naturali di cui lo Stato dispone attraggono ogni anno turisti da ogni parte del mondo ed anche moltissimi cittadini americani scelgono il Wisconsin come meta per le loro vacanze.

La capitale dello Stato è Madison (circa 250mila abitanti), considerata fra le città più liberali degli USA e qui si registra una elevata qualità della vita anche grazie al rispetto dell’ambiente e alle numerose green areas presenti.

La città più popolosa è però Milwaukee (circa 600mila abitanti) che è anche il principale centro economico e culturale dello Stato celebre in tutto il Paese per i suoi festival musicali, etnici ed artistici fra cui Summerfest, Wisconsin State Fair e Milwaukee Film Festival. Qui hanno inoltre sede la nota casa costruttrice di motociclette Harley-Davidson e la fabbrica della Miller Genuine Draft, un tipo di birra statunitense senza additivi e conservanti prodotta dalla Miller Brewing Company di Milwaukee e di proprietà del gruppo SABMiller, il secondo più grande produttore di birra a livello mondiale.

Perché scegliere il Wisconsin per fare business?

Aprire una attività in Wisconsin presenta diversi vantaggi:

• presenza di infrastrutture sviluppate ed all’avanguardia;
• ampia disponibilità di forza lavoro qualificata grazie ad un’educazione universitaria d’eccellenza che può contare su istituti come University of Wisconsin-Madison e Marquette University.
• cospicui finanziamenti per le aziende che investono in R&D ed innovazione;
• fiscalità favorevole e numerosi incentivi di cui si può prendere visione cliccando qui.

Il Commercio Estero

Lo Stato affacciato sui Grandi Laghi intrattiene fitte relazioni economiche in particolare con tre Stati - Canada, Messico, Cina - che acquistano ogni anno circa il 40% del Made in Wisconsin (dati 2013). La rilevanza delle relazioni con i tre Paesi sopracitati è confermata dai dati sui flussi di importazioni in entrata: quasi il 60% degli acquisti totali dello Stato proviene da Pechino, Ottawa e Città del Messico.

I rapporti commerciali con l’Italia, sebbene già esistenti, possono certamente essere approfonditi. Nel 2013 abbiamo esportato in Wisconsin poco meno di 700 milioni di euro, posizionandoci come settimo Paese fornitore dello Stato USA. Le relazioni fra Italia e Wisconsin - che sono entrambe realtà a vocazione manifatturiera - potrebbero però esser frenate dal diffuso fenomeno dell’Italian Sounding registrato sul territorio dello Stato americano e nel quale vengono prodotti articoli alimentari come il Parmesan e l’Asiago Belgioso.

Fonte: a cura di Exportiamo, di Marco Sabatini, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • FDA
  • Vuoi esportare in russia?
  • Esportare negli USA
  • Exportiamo Academy
  • Simest
  • Esportare in Canada
  • Sito Web
  • Ecwid
  • Germania
  • Vuoi esportare in sudafrica?
  • Come Operare in Modo Sicuro in Russia?
  • Vuoi esportare in russia, Turchia e nei paesi CSI?
  • Esportare in Brasile