Pop up fashion store, un progetto per lanciare la moda Made in Italy a New York

Pop up fashion store, un progetto per lanciare la moda Made in Italy a New York
Pubblicità
  • Salone Franchising Milano

23 Aprile 2019
Categoria: Moda
Paese:  USA

Mai come oggi, i brand della moda e accessori di qualunque segmento stanno sfruttando l’effetto sorpresa creato dai Pop-Up stores, con l’obiettivo di guadagnare clienti e fans, ed espandere la propria presenza su territori e mercati. Nel 2017, per esempio, le vendite realizzate nei temporary stores hanno raggiunto i 10 miliardi di dollari, in aumento di circa il 50% rispetto all’anno precedente.

Cavalcando l’onda di questo successo, il 25 aprile nel West Village di New York aprirà il primo dei due temporary store che, nel corso del 2019, porteranno otto aziende italiane del comparto moda negli USA.

Vanisè, Le Fate, Donne Da Sogno, Opificio Modenese, Teetopia, Radonom, Berna e Max Forte: saranno queste le otto aziende del comparto moda che, nel corso del 2019, parteciperanno al progetto Pop-Up Fashion Store, realizzato dal team ExportUSA e promosso dal Carpi Fashion System.

Scopo del progetto è quello di offrire alle aziende di moda e accessori un canale di vendita B2C preferenziale verso il pubblico americano, permettendo loro di vendere immediatamente le passate collezioni, comprendere il gusto locale in un ambiente divertente e interattivo e creare una base di clienti per commercializzare quelle future.

Il Pop-Up Fashion Store è sempre di più anche uno strumento di vendita B2B, grazie a incontri diretti con agenti e showroom di New York, che permetteranno alle aziende di insediarsi e crescere, raggiungendo obiettivi di lungo termine.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • FDA