Il Futuro del Retail: come l'IA Generativa e i Chatbot Stanno Ridefinendo l'Esperienza di Acquisto

Il Futuro del Retail: come l'IA Generativa e i Chatbot Stanno Ridefinendo l'Esperienza di Acquisto

18 Luglio 2023 Categoria: Retail

L’utilizzo dell’intelligenza artificiale generativa e dei chatbot nel retail offre molteplici vantaggi, tra cui l’automazione dei processi, l’efficienza operativa, l’esperienza personalizzata dei clienti e l’analisi dei dati.

Il mercato dei chatbot nel retail raggiungerà i 12 miliardi di dollari entro la fine di quest’anno per poi balzare a 72 miliardi di dollari entro il 2028. Questa la stima di Juniper Research, messa nero su bianco nel rapporto “Chatbots: Market Forecasts, Sector Analysis & Future Strategies 2023-2028”, secondo cui l’aumento del 470% sarà determinato dall’emergere di modelli linguistici “open” economicamente vantaggiosi, in particolare ChatGpt e soprattutto in aree come il Nord America e l’Europa.

I modelli linguistici “open” sono costituiti da reti neurali di grandi dimensioni istruite su notevoli quantità di informazioni online, apprendono attraverso bassi livelli di supervisione umana e vengono implementati nei chatbot per automatizzare funzioni come l’assistenza clienti, il marketing e l’elaborazione dei pagamenti.

Il rapporto prevede che lo sviluppo di modelli linguistici “open” diventerà un fattore chiave per la crescita della spesa al dettaglio tra i piccoli e medi rivenditori che in precedenza non erano in grado di investire nei chatbot. Grazie a questi, potranno creare un’esperienza di acquisto più efficiente, efficace e personalizzata, in grado di soddisfare le esigenze e le preferenze dei clienti di oggi, ottenendo un importante vantaggio competitivo in un mercato in rapida evoluzione.

Ma cosa si può fare esattamente con questi strumenti?

  1. Creazione di contenuti generativi

L’IA generativa può essere impiegata per creare contenuti unici, come descrizioni di prodotti, recensioni e annunci pubblicitari. Questi modelli di IA sono addestrati su grandi quantità di dati per generare testo coerente e coinvolgente, consentendo ai rivenditori di automatizzare la creazione di contenuti di marketing.

  1. Assistenza virtuale tramite chatbot

I chatbot basati sull’IA vengono utilizzati per fornire assistenza ai clienti attraverso le piattaforme di messaggistica istantanea o i siti web. Possono rispondere alle domande dei clienti, fornire informazioni sui prodotti, aiutare con il processo di acquisto e risolvere problemi comuni. I chatbot possono essere integrati con sistemi di intelligenza artificiale per comprendere meglio il linguaggio naturale e offrire risposte più accurate e personalizzate.

  1. Guida all’acquisto personalizzata

L’IA generativa può essere utilizzata per creare un’esperienza di guida all’acquisto personalizzata. Ad esempio, un chatbot può porre domande al cliente sulle sue preferenze, il suo budget e le sue esigenze specifiche, e utilizzare queste informazioni per suggerire prodotti pertinenti e personalizzati. Ciò aiuta i clienti a trovare facilmente i prodotti desiderati e migliora l’esperienza di acquisto.

  1. Raccomandazioni basate sull’IA

L’IA generativa viene utilizzata per alimentare i sistemi di raccomandazione. Questi sistemi analizzano i dati dei clienti, come gli acquisti precedenti, le preferenze, i comportamenti di navigazione e le interazioni sui social media, per suggerire prodotti correlati o complementari. Le raccomandazioni basate sull’IA possono migliorare la scoperta dei prodotti e stimolare le vendite.

  1. Vendita assistita

I chatbot possono svolgere il ruolo di assistenti di vendita virtuali. Possono interagire con i clienti attraverso chat o videochiamate, fornendo consulenza sui prodotti, illustrando le caratteristiche e rispondendo alle domande. I chatbot possono simulare l’esperienza di un venditore esperto, offrendo un’assistenza personalizzata e guidando i clienti nel processo di acquisto.

  1. Feedback e analisi dei sentimenti dei clienti

L’IA generativa può essere utilizzata per analizzare i feedback dei clienti e i sentimenti espressi nelle recensioni o sui social media. Questo aiuta i rivenditori a comprendere meglio le opinioni dei clienti, a rilevare tendenze, a identificare problemi o aree di miglioramento e ad adattare le strategie di marketing di conseguenza.

Queste tecnologie stanno diventando sempre più sofisticate e continueranno a evolversi nel settore del retail per migliorare l’interazione tra clienti e rivenditori.

Fonte: a cura della Redazione di Exportiamo, redazione@exportiamo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
  • Digital Export manager
  • Missione Commerciale in Sud Africa
  • Yes Connect
  • CTrade

Hai un progetto Export? Compila il Form

Pubblicità
  • Servizi Digital Export
  • Exportiamo Academy
  • Esportare in Canada
  • Uffici negli USA
  • Missione Commerciale in Sud Africa
  • CTrade
  • Vuoi esportare in sudafrica?